piedi neonata

Neonata muore mentre dorme nel letto dei genitori: i due erano ubriachi

Il co-sleeping può essere molto pericoloso se non si seguono i consigli degli esperti e non si fa molta attenzione. I bambini possono dormire con i genitori ma bisogna essere particolarmente accorti. Gli esperti consigliano prima di tutto di non dormire con il neonato se prima si è fatto uso di alcol o sostanze stupefacenti. In questo caso, infatti, non si ha coscienza di sé e si può schiacciare il bambino, soffocandolo durante la notte con il proprio corpo. Questo, come riporta il Mirror, è quello che è accaduto a due genitori della Cumbria, in Inghilterra.

I genitori avevano bevuto prima di andare a dormire. In mezzo al lettone hanno messo la loro bambina. La piccola, durante la notte, è stata soffocata dai genitori che dormivano su un letto singolo.

Alle 2:40 della notte si sono svegliati e hanno trovato la loro bambina che non respirava più: la piccola era morta. In ospedale è stato confermato il decesso: la neonata è morta per “sovrapposizione“, una forma di asfissia.

I due sono stati accusati di “crudeltà” sui bambini e venerdì scorso, durante l’udienza, hanno ammesso la loro colpevolezza. In lacrime i due genitori hanno raccontato la loro verità.

La situazione nella casa dei due non era affatto normale: nel frigorifero c’era cibo ammuffito e non c’erano i servizi igienici. Insomma, la coppia viveva in mezzo allo sporco e al degrado: di certo non era una situazione adatta ad una neonata.

Il giudice ha inoltre dichiarato che per una neonata di pochi mesi non era sicuro dormire in mezzo a due genitori in un materasso singolo.

I genitori, una volta che si sono accorti che la bambina non respirava, hanno chiamato i soccorsi. In ospedale non hanno potuto far niente se non dichiarare il decesso della piccola.

I due hanno ammesso di essere andati a dormire verso le 23:30 con la loro bambina. La mamma e il papà hanno bevuto birra e vodka in quantità elevate, tanto da non essere coscienti durante la notte.

L’uomo inoltre aveva fumato cannabis il giorno precedente. Il padre era tossicodipendente e alcolizzato e la compagna stava cercando di rimanergli accanto per superare le dipendenze. Nonostante ciò, quella notte entrambi avevano bevuto.


Leggi anche: Co-sleeping, le regole da seguire per dormire con il bambino


I due genitori durante l’udienza hanno ammesso le loro colpe e hanno pianto molto per ciò che è accaduto. Il giudice ha deciso che: “Una tale pena detentiva è necessaria per marcare la gravità del reato ma anche per assicurare al pubblico che tale condotta, quando si verificherà, sarà gestita di conseguenza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *