Medico inietta vaccino sbagliato ad una neonata di 10 mesi

Medico inietta vaccino sbagliato ad una neonata di 10 mesi: conseguenze sul corpo della bambina

Molto grave quanto accaduto in Versilia, dove è stato iniettato il vaccino sbagliato ad una bambina di soli 10 mesi. A commettere questo incredibile errore pare siano stati i medici dell‘Asl alla Croce Bianca di Querceta. Ancor più assurda sembra essere la risposta data da uno dei medici. Lo stesso giustificandosi, avrebbe detto “Sbagliare è umano”. Peccato che quando si tratta della salute di bambini molto piccoli, questo non dovrebbe assolutamente accadere.

La notizia è stata diffusa proprio dalla mamma della neonata di 10 mesi.  La stessa ha deciso di sfogare la sua rabbia, rendendo nota la vicenda. Secondo quanto riferito, sembra che il medico si sia accorto dell’errore soltanto quando ha attaccato il bollino sul libretto delle vaccinazioni.

“Avevamo ricevuto la chiamata per fare il vaccino antimeningococco, invece è stato ripetuto il vaccino esavalente insieme a quello contro il pneumococco”, spiega la donna. Il medico pare abbia somministrato alla neonata lo stesso vaccino che era stato somministrato due mesi prima.

I genitori, molto arrabbiati per quanto accaduto, hanno deciso di denunciare l’accaduto. Per questo motivo hanno presentato un esposto all’Azienda sanitaria locale.

Medico inietta vaccino sbagliato ad una neonata di 10 mesi

La storia

La vicenda sembra essere accaduta alcuni giorni fa, ed esattamente lo scorso 28 settembre. Quel giorno la mamma si sarebbe recata presso l’ambulatorio, consegnando il libretto dove erano elencate tutte le vaccinazioni al medico.

Lo stesso, però, piuttosto che controllare il libretto, avrebbe proceduto a fare il vaccino alla piccola. Peccato che sarebbe stato somministrato, come già detto, quello già fatto in precedenza.

Nonostante il medico abbia dato una risposta inadeguata, la mamma continua a dire che è stato un “errore gravissimo”. La mamma sarebbe stata preoccupata del fatto che potessero verificarsi degli effetti collaterali per via della somministrazione della doppia dose del vaccino.

Fortunatamente, però, trascorsi sei giorni, ovvero il tempo limite in cui possono verificarsi gli effetti collaterali, la bambina sembra non aver subito conseguenze. In realtà la neonata pare abbia sofferto soltanto di alcuni fastidi tipici del post vaccino. Ad ogni modo, i genitori sono decisi a portare avanti la loro battaglia legale.

Manuela Rizzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *