foto_dormire

Quante ore al giorno deve dormire un bambino

Sonno dei bambini: quante ore devono dormire

Uno dei problemi principali che si ha quando in casa arriva un neonato è il sonno. Spesso i neonati durante la notte non dormono o si svegliano più volte piangendo, costringendo ovviamente l’intera famiglia a rimanere sveglia. La mancanza di sonno del neonato a volte può diventare un enorme problema per i genitori. Oltre a rappresentare un problema nel momento preciso, perché si ha sonno ma non si può dormire, un bambino che non dorme porta problemi anche a lungo andare in famiglia, perché due genitori stanchi saranno nervosi e più inclini a litigare spesso. Ma perché i neonati non dormono? La realtà è che i neonati hanno un organismo differente da quello degli adulti e per questo motivo hanno esigenze diverse. Ogni neonato è a sé: uno può dormire di più mentre un altro può aver bisogno di meno ore di sonno. Ci sono comunque delle “linee guida” su quanto un neonato dovrebbe dormire, e i genitori dovrebbero cercare di farle rispettare.

Leggi anche: Cosa fare il giorno per far sì che il bambino dorma meglio la notte

bambino dorme

Quanto dormono i bambini

Appena nati: il bimbo appena nato dovrebbe dormire 23 ore su 24, quindi quasi tutto il giorno.
1-4 settimane: il bimbo di qualche settimana dovrebbe dormire 15-16 ore al giorno.
1-4 mesi: un bambino di questa età dorme all’incirca 14-15 ore al giorno.
4-12 mesi: il bimbo dorme fino a 13-14 ore, anche se più si avvicina ad un anno più dorme meno.
1-3 anni: il bambino a quest’età dorme 12-14 ore al giorno.
3-5 anni: il bambino dorme 11-13 ore al giorno.

Più si andrà avanti, più i bambini dormiranno sempre meno, fino ad arrivare intorno ai 12 anni ad un bisogno fisiologico simile a quello degli adulti, dormendo quindi circa 8-9 ore a notte.

bambino sonno

Leggi anche: Disturbi del sonno: perché il neonato si sveglia piangendo

Ogni bambino ha un sonno diverso dall’altro

Nonostante ci siano queste linee guida, ogni bambino è a sé. Ci sono bambini che dormono molto, quasi tutto il giorno, e altri più attivi che invece dormono poco. I pediatri spesso si rifiutano di quantificare il sonno dei bambini proprio perché ogni organismo è diverso dall’altro e le esigenze non sono le stesse, così come funziona anche per gli adulti. L’importante è che un bambino dorma abbastanza per il proprio organismo.

Come capire allora se il bambino ha dormito abbastanza per soddisfare i propri bisogni? Se il bambino è attivo, non risulta essere nervoso e svolge ogni attività normalmente, questo vuol dire che è abbastanza riposato.

Leggi anche: Le amache per neonati conciliano il sonno

Perché i bambini si svegliano durante la notte

I bambini hanno esigenze differenti dagli adulti. Spesso si svegliano, soprattutto la notte. Questo è assolutamente normale. A volte li vediamo in uno stato di veglia e pensiamo che non stiano dormendo o che lo stiano facendo male. In realtà anche questo per loro significa dormire.
Ovviamente se il bambino dorme molto poco, tende ad essere nervoso e a svegliarsi in continuazione, potrebbe esserci qualche altro problema, come ad esempio i dentini che iniziano ad uscire o le colichette. In questo caso è meglio rivolgersi ad un pediatra.

sonno bambino

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *