foto_autismo

Autismo cause: c’entrano i fattori ereditari dei genitori

Autismo e cause

L’autismo è una malattia fortemente correlata per l’83% a fattori ereditari; a differenza di quanto detto da altri studi e ricerche recenti, sembrerebbe che poco contino i fattori ambientali rispetto alla genetica. Un nuovo lavoro di Sven Sandin della Icahn School of Medicine at Mount Sinai (New York), pubblicato dalla rivista “JAMA”, avvalora il ruolo dei fattori ereditari sull’insorgenza dell’autismo e dei suoi complessi livelli di gravità.

Familiarità dei soggetti autistici: lo studio

Ormai è certo che la sussistenza di fattori ereditari sia correlata all’autismo; infatti basta pensare che nella stessa famiglia ricorrono più casi di malattia.

Eppure si pensava anche che i geni avessero un peso pari ai fattori ambientali (50% e 50%), i quali alterano lo sviluppo cerebrale del nascituro già in utero o del bambino nei primi anni di vita; non è strano che l’esposizione a sostanze chimiche, alle infezioni o allo stile di vita dei componenti familiari possa comunque aggravare i disturbi dello spettro autistico.

Il campione della ricerca era composto da 37.570 coppie di gemelli, 2.642.064 coppie di fratelli non gemelli, 432.281 coppie di fratellastri figli della stessa madre e 445.531 figli dello stesso padre. Di questi, a 14.516 bambini, è stato diagnosticato un disturbo dello spettro autistico.

Risultati dello studio

Risultati dello studio

Mettendo a confronto i gemelli e i non gemelli è possibile compiere una stima del peso dei geni e dell’ambiente circostante rispetto all’insorgenza di alcune patologie; nei gemelli identici, cioè omozigoti, il DNA è uguale al 100% e quindi le eventuali differenziazioni sono da riferire a fattori ambientali che non condividono tra loro; invece, i fratelli, hanno lo stesso DNA per il 50% e i fratellastri per il 25%.


Leggi anche: Come riconoscere i sintomi dell’autismo nel bambino


I risultati dello studio stabiliscono che il rischio di avere l’autismo per due fratelli, aumenta all’aumentare della loro somiglianza genetica. Pertanto l’ereditarietà quando si parla di autismo è dell’83% contro il 17% di fattori ambientali esterni e di poco conto.

Ostetrica, appassionata di ricerca clinica e scientifica. Sognatrice convinta, viaggio più del tempo che ho a disposizione e leggo libri nei rari momenti liberi che mi ritaglio. Scrivo e parlo tanto (troppo!) perché credo nell'enorme potere che ha l'informazione, e soprattutto nella forza che ogni donna ha nel mettere al mondo il proprio bambino. Email: c.lumia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *