foto_camminare

Quando camminano i bambini: l’età giusta

Quando camminano i bambini

Imparare a camminare è sicuramente una delle tappe più importanti dello sviluppo psicomotorio dei più piccoli. Si tratta di un traguardo che viene raggiunto per gradi e che segue i tempi ed i modi di ogni singolo bambino. Il compito principale dei genitori è quello di far vivere l’esperienza in totale libertà ma in piena sicurezza, stimolando senza pretese e forzature.

Fino alla fine del primo semestre il bambino non è capace di spostarsi da solo, riesce a stare seduto ma ha bisogno di sostegno ed appoggi. Inizia poi gradualmente a strisciare in avanti aiutandosi con braccia e gambe fino ad imparare a gattonare.

A quanti mesi si gattona? Indicativamente tra i 9 e i 10 mesi ma non si tratta di una tappa necessaria. Infatti, molti piccolini, per raggiungere la posizione eretta, riescono direttamente a mantenersi in piedi evitando di andare a carponi. Non è dunque indicativo conoscere a quanti mesi gattonano i bambini.

Quando vengono compiuti i primi passi? All’età di un anno il bambino è in grado di camminare se lo si tiene per mano. Non esistono sicuramente delle regole, tuttavia il neonato a 13 mesi riesce poi a camminare da solo orientativamente: ritardi rispetto alla media non devono preoccupare perché ogni bambino ha il suo tempo!

quando camminano i bambini

I primi passi

I primi passi sono sempre incerti ed esitanti, il bambino spesso cammina a scatti e cade: il piede viene sollevato più in alto del necessario ed il corpo è piegato in avanti. Spesso i genitori fanno uso di stimolanti giochi per primi passi: progettati a misura di bambino e cavalcabili come le macchinine, i trenini o il dondolo.

E il girello a quanti mesi deve essere utilizzato? Solitamente già verso i 6-7 mesi di vita per aiutare il bambino a mantenere una postura eretta e per permettergli di esplorare gli spazi, muovendosi quasi senza pericoli. Sebbene possa essere utile, l’utilizzo del girello non è propriamente consigliato per il bene della postura e dello sviluppo della muscolatura.

L’uso va dunque monitorato così come vanno controllati i bambini che camminano sulle punte alla ricerca dell’equilibrio e della stabilità. In ogni caso è importante verificare che il processo di deambulazione si normalizzi entro il secondo anno di vita.


Leggi anche: Come aiutare i bambini a camminare? 5 consigli utili


Quando si compiono i primi passi anche fuori casa, sono necessarie le prime vere scarpe per bimbi. Si tratta di una calzatura che deve essere morbida e flessibile. Inoltre, deve essere comoda per consentire una posizione più naturale possibile.

Considerando che i piedini crescono in fretta, è consigliabile controllare periodicamente che ci sia abbastanza spazio nelle scarpe: grandezza e forma devono essere quelle giuste!

Sono un'educatrice per l'infanzia. Adoro i bambini ed il loro fantastico mondo. Lavoro attualmente in un asilo nido ed ho ampia esperienza nel campo dell'animazione e dei servizi ricreativi in generale. Pronta per iniziare anche quest'avventura con Passione Mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *