premenopausa

Premenopausa: cause, sintomi e conseguenze

Premenopausa

La menopausa viene definita come l’interruzione dei cicli mestruali per almeno 12 mesi consecutivi della vita di una donna, indipendentemente da altre cause. Essa avviene per naturale cessazione dell’attività dell’ovaio, che smette di produrre ovuli ogni mese e di secernere estrogeni. La fase precedente la menopausa (pre menopausa) può essere di durata variabile ed è normalmente caratterizzata da una funzione ovarica irregolare che inizia ad influenzare il livello di estrogeni presente nell’organismo della donna. Ecco perchè quando una donna si avvicina all’età della menopausa può cominciare a presentare una determinata sintomatologia, che può però variare da persona a persona.

Sintomi menopausa

Quali sono i sintomi della menopausa? I sintomi della menopausa si possono manifestare prima del suo vero e proprio arrivo e riguardano innanzitutto la frequenza, la durata del ciclo e le sue caratteristiche. La donna può iniziare ad avere un ciclo irregolare. Le cause sono attribuibili all’ovaio, che sta cominciando ad esaurire la sua funzione.

Per esempio può presentarsi un ciclo ogni 15 giorni o comunque un ciclo due volte in un mese, ma la donna può anche riferire di aver saltato un ciclo. Per quanto riguarda la durata si può presentare un ciclo lungo o eccessivamente breve (es. ciclo di un giorno); la variabilità ormonale può senza dubbio influire anche sulle caratteristiche del flusso mestruale; per esempio può presentarsi un ciclo scarso e scuro o comunque un ciclo poco abbondante, rispetto alla norma.

Sintomi premenopausa

I disturbi della premenopausa e quelli di inizio menopausa, oltre ad influenzare la qualità del flusso mestruale vero e proprio, possono riguardare la capacità stessa dell’ovaio di produrre ovuli ogni mese. Infatti, entrambi questi fenomeni sono condizionati dai livelli di estrogeni prodotti dall’ovaio stesso e quindi circolanti nell’organismo.

Per esempio si può verificare un’ovulazione anticipata o ritardata oppure, in determinati periodi, può non verificarsi alcuna ovulazione. Le vampate di calore sono il secondo sintomo più frequente dopo le irregolarità del ciclo nelle donne in perimenopausa.

Climaterio

Per climaterio s’intende, più generalmente, quel complesso di fenomeni che precedono, accompagnano e seguono la menopausa e che interessano la donna a tutto tondo. Infatti, oltre alle manifestazioni fisiche, in climaterio i sintomi possono riguardare anche la sfera psicologica ed emotiva della donna. Per esempio, quest’ultima può manifestare irritabilità, senso di affaticamento e cambiamenti repentini d’umore, elementi che talvolta possono essere dovuti alla mancanza di sonno, direttamente correlata al calo estrogenico.

Menopausa sintomi iniziali

Come già detto in precedenza i primi sintomi della menopausa riguardano soprattutto l’irregolarità del ciclo ovarico e mestruale con possibilità di ovulazione precoce, tardiva, assenza di ovulazione, mestruazioni scure e scarse o, viceversa, eccessivamente abbondanti. Nelle donne che già precedentemente avevano forti sintomi prima del ciclo mestruale può verificarsi un aumento degli episodi di cefalea; anche la variazione del peso corporeo è comune in questo periodo.

premenopausa

Menopausa sintomi età

A che età si va in menopausa? Non esiste un’età univoca. L’arrivo della menopausa dipende infatti da innumerevoli fattori. Una donna può andare in menopausa a 45 anni ed un’altra iniziare a manifestare i primi sintomi della menopausa a 50 anni. Il tempo in cui si verifica la cessazione dell’attività ovarica è anche correlato all’età in cui si è verificata la prima mestruazione.

Quanto più precoce è stata quest’ultima, quanto più probabilmente sarà precoce l’età della menopausa. I sintomi di menopausa sono più o meno gli stessi, indipendentemente dall’età, ma certo è che possono essere vissuti in maniera differente da una donna e da un’altra.

Menopausa e gravidanza

È possibile una gravidanza in menopausa? Certo che no! Ma è invece assolutamente compatibile il binomio premenopausa e gravidanza! Il fatto che l’ovaio non produca ovuli ogni mese in modo regolare non significa che vi sia assenza di ovulazione! Perciò, se si vuole evitare una gravidanza indesiderata, è bene prendere le dovute precauzioni anche in questo periodo!

Esami ormonali: quando farli? Per sapere qualcosa in più in merito al proprio stato, la donna può svolgere i cosiddetti esami per la menopausa o test per la menopausa , finalizzati al dosaggio (su sangue) dell’estradiolo e dell’FSH, ormone follicolo-stimolante, che viene secreto dal cervello e normalmente stimola l’ovaio a svolgere la sua naturale funzione.

Il riscontro di un livello molto elevato di FSH, abbinato ad uno molto basso di estradiolo può sicuramente attestare l’avvicinamento della menopausa, ma per avere la certezza che questa si sia già verificata è necessario che le mestruazioni non si presentino per 12 mesi consecutivi.

Integratori menopausa

E che dire degli integratori per la menopausa? Per mancanza di ricerche scientifiche conclusive, ad oggi non vi è consenso sulla loro sicurezza di somministrazione. I più diffusi sono quelle a base di soia, isoflavoni e vitamina E. Rispetto all’assunzione di supplementi o al consumo di cibi fortificati, quelli naturali ricchi di isoflavoni potrebbero rappresentare una scelta migliore per la donna.

Anche sulla vitamina E gli studi sono ancora controversi. Lo stesso vale per l’impiego di ginseng, liquirizia, agopuntura, magnetoterapia ecc… La cimicifuga (noto integratore per la menopausa), invece, è stata recentemente ritirata dal commercio perché probabilmente tossica per il fegato.

Ciclo due volte in un mese

La comparsa del mestruo ogni 15 giorni o del ciclo ogni 20 giorni può essere sintomo della presenza di un’irregolarità nella naturale funzione dell’ovaio, organo secretore degli ormoni femminili. Le cause alla base di un doppio ciclo possono essere molteplici; oltre alla sindrome dell’ovaio policistico, l’assunzione di contraccettivi orali, la recente interruzione di contraccettivi orali, ecc… quest’alterazione, come abbiamo detto precedentemente, può tranquillamente rientrare tra i sintomi della menopausa femminile. In tutti i casi, se la situazione persiste, è bene rivolgersi al proprio ginecologo di fiducia per accertamenti.


Leggi anche: Menopausa precoce e salute del cuore, come sono collegati


Ciclo lungo

Tra i sintomi della premenopausa può rientrare anche l’allungamento dei tempi del ciclo mestruale. In premenopausa un ciclo lunghissimo può essere una delle tante espressioni d’irregolarità della funzione ovarica.

Non è quindi il caso di preoccuparsi più di tanto, se succede. La menopausa non è assolutamente una malattia, ma una seconda fase della vita, diversa da quella precedente e, come tutte le cose, richiede solo il giusto tempo di adattamento! Tutto, in seguito, diverrà più semplice!

OSTETRICA appassionata ed orgogliosa di lavorare OGNI GIORNO al fianco delle donne. Laureata all'Università di Bologna, decido di diventare Consulente in Allattamento e poi di proseguire gli studi, conseguendo un meraviglioso Master a Firenze! Ora, oltre a lavorare come ostetrica volontaria in Consultorio, organizzo Incontri di Accompagnamento alla Nascita sul territorio di Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *