foto_gemelli_storia

Mamma diede alla luce 7 gemelli, 19 anni dopo ecco cosa è successo

Kenny e Bobby McCaughey sono passati alla storia per aver messo al mondo, nel 1997, ben sette gemelli. Un parto non facile, altamente rischioso, giunto però a buon fine, tanto da ritrovare grande riscontro nei media americani e non solo. I genitori dei piccoli, appena scoprirono di aspettare così tanti bambini, rifiutarono la riduzione selettiva, fortemente consigliata dai medici in questi casi.

Questi due genitori americani scelsero di crescere sette figli in un solo colpo, anche se tra tante difficoltà. Dopo un parto durato, per ovvie ragioni, ore e ore, i bambini vennero alla luce con un peso minimo: il più grande arrivava ad 1.5 chili mentre il più piccolo a 1.3 kg.

Due tra i sette gemellini – per la precisione Nathan e Alexis – nacquero con una paralisi cerebrale, risolta poi nel corso dei primi anni di vita grazie ad alcune operazioni chirurgiche. Agli altri cinque bambini furono dati i nomi di: Kenny, Kelsey, Natalie, Joel, Brandon.

Oggi i sette fratelli, quattro maschi e tre femmine, hanno 19 anni e sono cresciuti tutti sani e forti, nonché orgogliosi della scelta dei propri genitori che, contro ogni parere, hanno portato avanti questa numerosa famiglia.

I McCaughey sono apparsi di recente in uno show televisivo americano, dove hanno raccontato la loro toccante storia fatta di tanto sacrificio e dedizione, ma anche amore. A breve i gemellini – diventati ormai adulti – partiranno per il collage, ma sempre col cuore proiettato verso la propria famiglia.

7-gemelli-storia-19anni-dopo7-gemelli-passeggino7 gemelli storia 19977-gemelli-storia-tv
<
>

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *