foto_gravidanza e caffè
Si può bere caffè durante l’allattamento?

Eccolo un altro dei cosiddetti falsi miti che esistono sulla questione dell’allattamento al seno: guai se la neo-mamma beve il caffè, il neonato diventerà certamente piuttosto inquieto e avrà problemi ad andare a nanna. In realtà la verità è un’altra: in tutte le cose è necessaria la giusta misura, questo è il vero segreto per non avere conseguenze spiacevoli.

Questo non vuole dire altro che la donna che ha appena partorito e allatta naturalmente il proprio bambino deve necessariamente, per lei e il neonato, seguire una dieta sana ed equilibrata, senza eccessi. E questo vale per qualsiasi tipo di alimento e di bevanda, soprattutto per quelle che, se consumate in quantità eccessive, possono far male. Ma non solo a una neo-mamma, a qualsiasi altra persona.

Quindi, per quanto riguarda il caffè e tutte le altre bevande che contengono caffeina, non è vero che una mamma che allatta deve evitarle come la peste perché, in caso contrario, si ritroveranno con un bimbetto isterico. Semplicemente non deve abusarne come non deve farlo qualsiasi altro comune mortale, il che significa che può concedersi al massimo un paio di caffè al giorno, non di più (e in gravidanza, invece, come bisogna comportarsi con il caffè?).

Sicuramente è più forte l’invito a una neo-mamma di non fumare né consumare alcolici, sia in gravidanza che in allattamento (a questo proposito, sapete cos’è la sindrome del feto alcolico?): in questo caso le conseguenze di uno stile di via inadeguato potrebbero essere anche molto gravi.

Giornalista per caso e mamma per scelta, da oltre dieci anni mi diletto con la scrittura collaborando con quotidiani della provincia di Latina, emittenti tv e siti web. Poi, nel 2012, lo 'scoop' della mia vita, mio figlio Francesco, oramai la mia principale fonte d'ispirazione. Email: r.recchia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *