foto_allattamento

Allattamento al seno: cosa mangiare

Un’alimentazione corretta è la prerogativa ad una vita sana, è cosa risaputa. Siamo bombardati da consigli e indicazioni per una giusta dieta, ma ormai tutti sappiamo che le regole da seguire sono poche e semplici: bere tanta acqua, mangiare frutta e verdura, variare facendo attenzione alla qualità dei prodotti. In gravidanza, l’attenzione a ciò che mangiamo diventa maggiore, perchè siamo responsabili di una piccola vita che dipende da noi. Durante l’allattamento le cose non cambiano: il latte che diamo a nostro figlio contiene i nutrimenti che assumiamo.

La raccomandazione principale per chi allatta è quella di bere molta acqua, almeno due litri al giorno, meglio se si arriva a tre, possibilmente poco mineralizzata. Quindi via libera a cereali, frutta e verdura di stagione che assicurano il giusto apporto di vitamine, sali minerali e fibre.

Cavoli, cipolle, aglio, asparagi e carciofi possono cambiare il sapore del latte, ma non sono controindicati perchè il bimbo li tollera.

Importanti, per lo sviluppo del bambino, anche i grassi insaturi che possiamo trovare nell’olio d’oliva o nel mais.

La neo mamma può mangiare pesce almeno due volte alla settimana, da preferire quello povero di mercurio come il merluzzo o la trota. Anche la carne non deve mancare, l’importante è che sia ben cotta. Pane e pasta, nelle giuste quantità, meglio se integrali per scongiurare problemi di stitichezza.

L’alcol non è completamente bandito, ma si consiglia di consumarlo con moderazione, un paio di bicchieri di vino a settimana sarebbe l’ideale. Una donna che allatta ha bisogno di un apporto calorico aggiuntivo di sole 500 calorie, quindi non serve mangiare per due ed eccedere nelle porzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *