foto_paura_babbo_natale

Il bambino ha paura di Babbo Natale? Ecco cosa fare

Ormai il Natale si avvicina, le città sono addobbate di luci colorate e presepi, e per le strade e nei centri commerciali è possibile incontrare babbi Natale che donano caramelle e sorrisi ai più piccolini, i quali increduli di vedere “l’omone buono” aggirarsi con il sacco pieno di regali, dimostrano timore e titubanza. Che fare allora se il nostro bimbo ha paura di babbo Natale?

Nella rappresentazione mentale di ogni piccino, l’immagine di babbo Natale, è associata per lo più ad una persona buona che entra in casa la notte quando tutti dormono, per portare regali ai bambini che sono stati buoni. Ma come mai quando i bambini si trovano faccia a faccia con babbo Natale vengono colti dalla paura? E soprattutto, cosa possiamo fare? Ovviamente un conto è immaginarlo, un conto è averlo davanti ai propri occhi.

Probabilmente è la sua folta barba bianca che gli copre il viso a spaventarli o comunque il suo aspetto fisico in generale. Consideriamo inoltre che non capita tutti i giorni di incontrare questa figura misteriosa che a bordo di slitta trainata da renne giunge a far felici tutti. Vediamo dunque cosa fare quando il bambino ha paura di lui:

-innanzitutto bisogna evitare di forzarlo se in qualche circostanza proprio non vuole saperne di salire sulle gambe di babbo Natale, allo scopo di essere immortalato in una fotografia insieme a lui. Vorrà dire che il piccolo avrà bisogno di maggior tempo per metabolizzare le sue emozioni ;

prepararlo all’incontro. Riferitegli che babbo Natale gli vuole bene, e ricordategli qual è il suo aspetto fisico ricostruendo insieme al piccolo la sua immagine, dunque chiedetegli di aiutarvi a descriverlo come un omone grosso con la barba e gli occhiali. Ditegli inoltre che se avrete la possibilità potete anche visitare la casa di babbo Natale, questo stimolerà senz’altro la sua curiosità;

-infine, provate a far mascherare un componente della famiglia o chi conosce bene il carattere del bimbo che prova timore, e tentate di coinvolgerlo insieme anche ad altri bambini cuginetti, o amici, a prendere confidenza con questo fantasioso personaggio , in modo che incontrarlo per strada sarà senz’altro per lui fonte di gioia ed immensa emozione.

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, adoro il mondo dei bimbi trascorro con loro la maggior parte del mio tempo facendogli da tata. Mi diletto a scrivere per Passione Mamma e ciò mi riempie di gioia e soddisfazione. Sogno di scrivere un libro dedicato al mondo delle donne in dolce attesa, perché ritengo sia davvero straordinario ciò che la natura ci ha donato. Email: f.fiore@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *