foto_ruttino
Non riesce a fare il ruttino: 3 possibili soluzioni

Con la suzione il neonato ingurgita inevitabilmente una piccola quantità di aria assieme al latte. Tanto più veloce è il flusso di latte, tanto maggiore sarà la quantità di aria ingerita. Per questo motivo neonati allattati con il biberon o neonati allattati ad un seno con flussi di latte abbondanti fanno più ruttini e singhiozzi a fine poppata. Il ruttino quindi è solo l’emissione di quest’aria che risale dallo stomaco all’esofago, ma non è per forza collegata ad una buona digestione. Se il bambino non fa il ruttino ma sta bene e cresce bene, non vi è alcun motivo di pensare che non digerisca. Se invece sembra che abbia bisogno di farlo ma non riesca, allora ecco alcune possibili soluzioni.

Il ruttino non è un rituale obbligatorio, ma in alcuni casi è proprio quello che serve per alleviare le pene del bambino alla poppata. Se si lamenta al momento di succhiare, si ferma a metà poppata o prima e non riesce a prendere la giusta quantità di latte, allora potrebbe aver bisogno di fare una pausa e liberarsi dell’aria in eccesso. Per favorire il ruttino è possibile adottare queste tre posizioni:

  1. Guancia-spalla
  2. Tenere il neonato appoggiato con la testa sulla spalla in modo tale che il suo sguardo la superi e che possa appoggiare la guancia in modo tale da non sbilanciare la testa all’indietro. Con l’altra mano tamburellare con le dita sulla sua schiena all’altezza delle scapole.

  3. Seduto
  4. Sperimentate anche questa posizione, dove il neonato è seduto su un vostro avambraccio appoggiato con il dorso sul vostro petto, e sorretto dall’altro avambraccio cinto intorno alla vita. Anche in questo caso bisogna fare il modo che la testa sia ben appoggiata. In questo modo potete fare due passi o se vi sedete, appoggiandolo sulla gamba potete effettuare qualche piccolo balzetto breve e veloce.

  5. Pancia in giù
  6. Una terza posizione è quella di metterlo disteso a pancia in giù su un vostro avambraccio con la sua testa nell’incavo del gomito, rivolta verso l’esterno. Con l’altra mano tamburellare dolcemente tra le scapole.

    N.B. Se avete interrotto la poppata per fare il ruttino e si tratta di latte artificiale tenete presente che il preparato dura un massimo di 30 minuti, dopo di che va buttato e ripreparato. Quindi, se state impiegando più tempo del previsto l’altra metà andrà ripreparata. In ogni caso non è necessario insistere per più di 10 minuti. Indossate sempre un piccolo telo pulito sulla spalla al momento del ruttino per preservare i vestiti da un eventuale rigurgito. Se i sintomi persistono e interferiscono con la sua nutrizione è necessario consultare il pediatra.

    Anche da ostetrica mi domando spesso come sia possibile che dentro le donne crescano bambini. Amo il fitness e mi occupo di corsi di ginnastica Prenatale e post-natale. Mi piace cantare, ballare, scrivere, recitare e cucinare, ma non so fare niente di tutto questo! :) Email: g.landy@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *