denti neonato

Denti neonato: quando e come avviene la dentizione

Denti neonato

Un argomento che interessa ed, a volte, preoccupa i genitori sono i denti neonato. Le domande più frequenti che rivolgiamo al pediatra sono: A quanti mesi spuntano i primi dentini? Quali sono i sintomi? Come fare per alleviare il disagio del bebè? In questo articolo vediamo quanti e quali sono i denti da latte e quando cadono, con alcuni suggerimenti per ridurre il disagio del piccino.

Primo dentino

L’eruzione del primo dentino è una festa per i genitori. Segna un traguardo importante da riportare sull’album dei ricordi. In genere, ma non è la regola, il primo dentino a spuntare è l’incisivo centrale inferiore. Quando spuntano i primi dentini? Ci sono bebè che già a 5 mesi mostrano, sorridendo, il dentino; altri devono attendere ancora un po’.

L’eruzione dei denti è un processo fisiologico e, come per tutte le tappe evolutive, ha tempi diversi per ciascun bambino. Avviene tra i 6 ed i 10 mesi, per il primo dentino in modo asintomatico; in alcuni casi il piccino può mostrarsi irrequieto, inappetente. Tende a portare sempre il dito in bocca ed è evidente un aumento della salivazione. Pur manifestandosi spesso, non c’è alcuna correlazione scientifica afferente la febbre da denti e l’eruzione di quelli da latte.

denti neonato

Denti

Come sono fatti i denti? Nella cavità della mandibola sono disposti i denti. La loro forma, diversa in base alla disposizione nell’anello di dentizione, permette di masticare il cibo, triturandolo, per poi deglutirlo. Composti principalmente da 3 parti: la radice, affondata nella gengiva; la dentina ovvero un particolare tessuto osseo che protegge la polpa interna ed il colletto, ovvero la parte intermedia tra le prime due, a contatto con la gengiva.

Denti da latte

I denti da latte, chiamati anche dentizione decidua, sono 20. Si formano già durante la gravidanza, anche se l’eruzione inizia intorno ai 5 mesi di vita del bebè, per poi cadere dai 7 ai 12 anni. Molte persone credono che, perché da latte, i denti non vadano lavati come quelli degli adulti, tanto sono destinare a cadere. In realtà la pulizia è sempre fondamentale. Già con i primi dentini regalare uno spazzolino, piccolo e con sete morbide, è ideale per creare il rituale dell’igiene orale, magari attraverso una canzoncina. I primi tempi sarà la mamma a pulire i suoi dentini, pian piano, si divertirà ad essere autonomo anche in questa attività. In presenza di carie sono evidenti i denti da latte neri, che possono causare ascessi e dolore al bambino. I più esposti sono i bebè che si addormentano succhiando il biberon di latte, alimento zuccherino che favorisce l’insorgenza di carie.

Primi dentini

I primi dentini vengono conservati gelosamente dalle mamme. Alcune se li fanno incastonare come ciondoli di collane o bracciali. I bambini aspettano con trepidazione la fatina dei denti per ricevere il soldino o un dono.

Uno studio scientifico, ancora in atto, studia la possibilità di ottenere cellule staminali dalla polpa dei denti da latte. Sarebbe un importante passo avanti per contrastare pericolose malattie del sistema immunitario.

Dentizione neonati

La dentizione neonati inizia con gli incisivi centrali. Prima quelli della mascella inferiore, poi di quella superiore, dai 5-6 ai 12 mesi. Dopo il primo compleanno spunteranno gli incisivi laterali. A seguire, fino all’età dei 23 mesi seguiranno i restanti denti decidui.
Possiamo seguire l’eruzione dei dentini con questo calendario bimbi.

dentizioni neonati

Quali sono i denti

Quali sono i denti da latte? Oltre agli incisivi centrali e laterali, intorno ai 13-18 mesi spunteranno i primi molari, a cui seguiranno, entro il secondo anno, i canini di latte ed i 2° molari.
I decidui sono denti piccoli, ma la forma è molto simile a quella dei denti degli adulti. Mentre gli incisivi, con la loro forma piatta e tagliente, spuntano facilmente, i molari da latte, essendo più grandi possono causare qualche disagio al bebè: dolori alle gengive, risvegli notturni, irrequietezza.

Dolore gengive rimedi: per aiutare il nostro piccino a sopportare il dolore alle gengive, possiamo ricorrere ad una costa di finocchio. Rinfrescante per le gengive, può essere tenuta in bocca dal piccino, senza alcun rischio. Tra i rimedi gengive gonfie, il gel dentizione è un toccasana. In erboristeria quelli a base naturale, sono davvero efficaci.

Denti neonato

Una volta spuntati i denti neonato, una visita dal dentista sarà importante per controllarne la corretta disposizione ed escludere eventuali problematiche. Il dentista osserverà l’igiene orale e la salute dei denti. Controllerà anche la corretta posizione della mandibola. Problemi in questo senso potrebbero, infatti, compromettere il linguaggio, oppure determinare difficoltà respiratorie. Anche la caduta precoce di un dente da latte deve essere monitorata dal dentista, per evitare che lo spazio lasciato libero venga occupato dai denti presenti, rendendo difficile l’eruzione dei nuovi.

dentizione bambini

Dentizione bambini

Quali sono le differenze principali tra dentizione bambini e quella degli adulti? Prima di tutto il numero. Quelli decidui sono 10 per ogni arcata, contro i 16 degli adulti. Pure il colore è diverso. Nei bebè è più chiaro. Vediamo lo schema dentizione, per i permanenti. Verso i 7-8 anni spuntano gli incisivi centrali. L’anno successivo quelli laterali. Verso i 10-12 anni i molari ed i canini. Solo con la maggiore età abbiamo i denti del giudizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *