foto_analisi_del_sangue_neonatale

Come crescono le BhCg in gravidanza: valori settimana per settimana

Le Beta Hcg sono gonadotropine corioniche, ossia ormoni prodotti dalle cellule del trofoblasto durante la fase di annidamento dell’utero e per tutti i tre mesi successivi. Quest’ormone serve da nutrimento all’embrione nella fase iniziale della gravidanza, prima che sarà formata la placenta. La loro presenza sulle urine e nel sangue ci da conferma dello stato di gravidanza ed in base ai loro valori è possibile anche capire la settimana di gravidanza.

Dopo il test positivo bisogna recarsi in un consultorio o da un ginecologo privato, dove viene fatto un dosaggio delle Beta Hcg su sangue, che può essere ripetuto più volte su indicazione medica per seguirne l’andamento. In una gravidanza in utero ben impiantata infatti questo ormone aumenta quotidianamente, pertanto è considerato un importante fattore di benessere fetale nelle prime settimane, quando ancora non si riesce a visualizzare l’embrione e il cuore.

Valori troppo bassi o in calo potrebbero essere segno di un aborto spontaneo, o di una gravidanza extrauterina, mentre valori molto alti possono indicare una gravidanza gemellare o una mole idatiforme, un tumore del trofoblasto molto raro e aggressivo.

Anche se per il calcolo dell’età gestazionale si conta a partire dall’ultima mestruazione, in effetti in quelle settimane non c’è gravidanza. Bisognerà aspettare almeno il 14° giorno perché avvenga il concepimento e il 21° perché vengano prodotte le beta. Quindi alla rilevazione delle Beta si parlerà già di 3° settimana di gravidanza, cioè quando si è concluso l’annidamento, e la gravidanza comincia effettivamente. Di seguito riportiamo i valori normali delle beta compresi tra quelli minimi a destra e massimi a sinistra relativi ad ogni settimana:

3° settimana 5 – 50 mlU/ml
4° settimana 5 – 426 mlU/ml
5° settimana 18 – 7,340 mlU/ml
6° settimana 1,080 – 56,500 mlU/ml
7°-8° settimana 7,650 – 229,000 mlU/ml
9°-12°settimana 25,700 – 288,000 mlU/ml
13°-16°settimana 13,300 -254,000 mlU/ml
17°-24° settimana 4,060 – 165,400 mlU/ml
25°- 40° settimana 3,640 – 117,000 mlU/ml

Come si può notare nelle prime settimane c’è un forte incremento delle beta che arriva al picco massimo alla 12° settimane, dopo di che le cellule che producevano l’ormone sono ormai trasformate in placenta e l’ormone si assesta e scende di livelli. Alcune letterature associano la discesa dei livelli di Beta ad un miglioramento generale della sensazione di nausea che avviene dopo le 12 settimane, ma non è ancora chiaro come e in che misura BetaHcg e iperemesi possano essere correlate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>