foto_mamma_papà

Cosa eredita il viso del bambino dalla mamma e dal papà

Tratti del viso ereditati dai genitori

I tratti del volto che il bambino eredita dal papà sono la fossetta sotto-nasale (chiamata prolabio e corrisponde alla mucosa che diviene evidente a bocca chiusa), la zona sotto il labbro inferiore, gli zigomi, la punta del naso e l’angolo dentro gli occhi. A rivelarlo è una ricerca del King’s College di Londra, che ha esaminato i modelli tridimensionali di 1.000 volti di gemelle identiche. I gemelli interessati dallo studio sono stati sia omozigoti (con DNA identico al 100%) che gli eterozigoti (con DNA identico per il 50%); questi ultimi sono gemelli ma con patrimonio genetico pari a quello di due normali fratelli.

Il piccolo somiglia a mamma e papà?

Il piccolo non è una goccia d’acqua rispetto a mamma e papà; la fisionomia del suo volto, infatti, è prevalentemente di origine genetica, ma non del tutto. Infatti anche i gemelli identici differiscono di qualche piccolo particolare del volto; questi tratti che li rendono diversi non sono facilmente evidenti, perché il DNA uguale domina sulle piccole modificazioni di entrambi.

La ricerca, pubblicata sulla rivista “Scientific Reports”, è stata guidata dal Prof. Giovanni Montana, esperto di biostatistica e bioinformatica al King’s College di Londra; essa evidenzia come le somiglianze tra figlio e genitore non sono solo il frutto di una suggestione, ma hanno delle basi scientifiche oggettive. Le mappe genetiche, infatti, sono utili per analizzare i geni che formano il viso e le sue eventuali anomalie.

Il piccolo somiglia a mamma e papà?

Tratti ereditati dai genitori: il ruolo della Genetica

Gli studiosi inglesi hanno sfruttato un software per tracciare le Mappe dell’Ereditarietà dei tratti del volto. In tale modo, sono state evidenziate le parti che hanno profonde basi genetiche, e che quindi si tramandano di padre in figlio; inoltre è stato possibile identificare tutti i geni responsabili che modellano un tratto rispetto a un altro. Quindi, quando si dice che gli zigomi, la punta del naso e le fossette sono “ereditate”, significa che sono tramandate tramite il patrimonio genetico dei genitori.

Ostetrica, appassionata di ricerca clinica e scientifica. Sognatrice convinta, viaggio più del tempo che ho a disposizione e leggo libri nei rari momenti liberi che mi ritaglio. Scrivo e parlo tanto (troppo!) perché credo nell'enorme potere che ha l'informazione, e soprattutto nella forza che ogni donna ha nel mettere al mondo il proprio bambino. Email: c.lumia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *