foto_viaggio

Viaggiare con bambini: qual è il mezzo di trasporto migliore

Viaggiare con un bambino piccolo non è una cosa impossibile da fare, anche se per alcuni tipi di vacanza il bambino deve avere una certa età. Per quanto riguarda i mezzi di trasporto viaggiare con i bambini è sempre più comodo. Ovviamente per ogni mezzo ci sono pro e contro che devono essere valutati bene dai genitori: vediamo quali sono i mezzi di trasporto con cui è più comodo viaggiare con un bimbo piccolo e quali sono le caratteristiche di ognuno di essi.

I neonati possono prendere l’aereo senza alcun problema perché il loro organismo è adatto, come quello degli adulti, alle alte quote. In aereo i neonati fino a 2 anni non pagano il biglietto e devono sedere in braccio alla mamma, al papà o comunque a chi li accompagna. Se si sceglie di prendere un posto proprio per il piccolo va pagato il biglietto e la maggior parte delle compagnie aeree offre dei seggiolini specifici. Alcune compagnie accettano anche sedili dell’auto che quindi i genitori possono portare da casa. L’unica accortezza da seguire è quella di dare qualcosa da succhiare (come il ciuccio) al neonato durante il decollo e l’atterraggio.

Sai tutto sull'argomento "viaggiare con bambini"? Leggi anche:

Anche il treno non ha alcun “effetto collaterale” per il viaggio del bambini: l’unico problema potrebbe essere determinato dalla lunghezza della tratta. Il bambino potrebbe stancarsi e di conseguenza innervosirsi se il viaggio durasse troppo. Proprio per questo scegliere di viaggiare con i nuovi treni (le Frecce o Italo) è una scelta migliore rispetto al viaggio con i classici treni che impiegano più tempo. I treni moderni impiegano davvero poco rispetto ai classici intercity: ad esempio la tratta Roma-Firenze può essere fatta in un’ora e mezza, Roma-Milano in due ore e mezza. Sui treni nazionali i bambini dai 0 ai 4 anni non compiuti non pagano nulla, ma non hanno diritto al posto a sedere e perciò dovranno mettersi in braccio ai genitori o a chi li accompagna. Con Italo viaggiano gratis fino a due anni e mezzo.

Anche l’auto è un buon mezzo di trasporto per fare un viaggio con un bambino perché ci si può fermare quando si vuole. L’automobile è sicuramente il mezzo più comodo proprio per l’autonomia che si ha. Se il bambino piange, se ci si vuole riposare, se si vuole allattare o cambiare il piccolo, ci si può fermare senza alcun problema.

Al contrario il pullman non è un mezzo ideale ad un viaggio con un bambino perché solitamente impiega molto tempo in più rispetto ovviamente all’aereo ma anche ai nuovi treni e all’auto, e soprattutto non si può fermare quando vuole e nella maggior parte dei casi non ha neppure il bagno. Cambiare il piccolo sarebbe quindi impossibile.