Vaccinazione antinfluenzale in gravidanza

Vaccini obbligatori: numero verde 1500 per i genitori

Vaccini obbligatori

L’introduzione delle 12 vaccinazioni obbligatorie avvenuta mediante il corrispondente decreto-legge ha scatenato reazioni discordanti nella popolazione italiana. Molti sono i genitori a favore di tale disposizione che sostengono che sia il modo migliore per garantire la sicurezza dei propri figli. Altri si dichiarano fermamente contrari a tale obbligo, e molti sono coloro che vorrebbero ottenere chiarimenti più dettagliati a riguardo.

Numero verde

A tal proposito, a partire dallo scorso mercoledì 14 giugno, il Ministero della Salute ha attivato un numero di pubblica utilità. Si tratta del 1500, il quale permette di mettersi in comunicazione con medici esperti del Ministero. Questi ultimi forniscono ai cittadini informazioni e risposte in merito alle novità introdotte dal decreto-legge sui vaccini, diventate obbligatorie per frequentare la scuola. Il numero è attivo dalle 10.00 alle 16.00, nei giorni dal lunedì al venerdì.

Il servizio è stato annunciato nella prima circolare inviata dal Ministero a tutte le Regioni, all’Aifa e all’Istituto Superiore di Sanità. Nella circolare è stato evidenziato il fatto che per i bambini in ritardo con le vaccinazioni sarà il medico a delineare il calendario più corretto per permettere loro di recuperare in maniera del tutto personalizzata.

foto_vaccino

Circolare

“Il recupero dei non vaccinati o dei vaccinati parzialmente, a cura delle ASL competenti, necessita di una valutazione da parte del sanitario che dovrà, in particolare, tenere in considerazione diversi elementi, quali: vaccini e numero di dosi già somministrati, età del minore, numero di dosi necessarie a completare ciascun ciclo a seconda dell’età e della presenza di eventuali condizioni cliniche, intervallo tra le dosi raccomandato in scheda tecnica e tra vaccini diversi, esistenza di prodotti combinati, possibilità di associare nella stessa seduta più vaccini“.


Leggi anche: Vaccini obbligatori solo in Italia e non in altri paesi europei, il motivo


La circolare specifica, inoltre, in maniera dettagliata le modalità corrette per presentare la documentazione per le iscrizioni e l’iter delle sanzioni per i genitori inadempienti. Inoltre, dall’anno scolastico 2017-2018 partiranno delle iniziative di formazione del personale docente ed educativo. Non solo, verranno fatti anche degli studenti sulla prevenzione sanitaria ed in particolare sulle vaccinazioni.