foto_bimbo_aereo

Vacanze bambini gratis: 3 cose da sapere

Sono sempre più numerose le offerte dei tour operator e delle strutture alberghiere che propongono pacchetti vacanza ideali per le famiglie, con servizi ad hoc. Dal mare alla montagna i bambini fino a 10 anni non pagano o godono di allettanti agevolazioni.

Per evitare spiacevoli sorprese ecco 3 cose da sapere prima di organizzare la vacanza.

1) Se scegliamo di spostarci con l’aereo, teniamo presente che il bambino fino a 2 anni di età non paga il biglietto; le compagnie aeree richiedono il versamento dell’assicurazione ed i documenti obbligatori, anche se il bambino è molto piccolo. Non avrà un posto assegnato, ma viaggerà in braccio ad uno dei genitori. Se il volo non è breve potete chiedere, anticipatamente alla compagnia con cui volate, un posto idoneo. In genere la prima fila è più spaziosa, permettendo a mamma e papà di stendere le gambe e, in caso di bisogno, vi sarà assegnata una piccola culla da posizionare vicino ad i vostri posti, per far riposare il piccolino.

Nonostante le rigide regole sul bagaglio a mano, i genitori con neonati godono di alcune eccezioni, potendo portare il latte e gli omogeneizzati. Se il bambino è più grandicello, chiedete, al momento della prenotazione, i pasti per i piccoli; gratis, come quelli degli adulti, con simpatiche sorprese nel box-lunch per intrattenere i vostri figli.

2) Avete optato per una crociera? È ideale per chi viaggia con i bambini, con tanti intrattenimenti per grandi e piccini durante la traversata ed il baby parking aperto tutto il giorno. Anche in questo caso i piccolini non pagano. In cabina, previo richiesta anticipata, è possibile disporre di un lettino con le sbarre. Non dimentichiamoci una scorta di pannolini e tutto il necessario per l’igiene del bebè, eccetto il seggiolone che troviamo al ristorante. Il menù ha una lista ricca di piatti ideali per i bambini; per i più piccolini è bene, comunque, portarsi dietro gli omogeneizzati a cui sono abituati, di cui le cucine delle navi sono spesso prive, così come per l’eventuale latte di proseguimento del nostro bambino.

3) Infine, prima di partire coinvolgiamo i nostri bimbi nei preparativi, raccontandogli quello che vedremo, con quale mezzo viaggeremo. I piccoli, incuriositi, saranno più sereni nell’affrontare il viaggio, manifestando meno disagio in caso di imprevisti. Facciamo scegliere loro qualche pupazzo e piccolo gioco per intrattenerli durante gli spostamenti e non dimentichiamoci in valigia un piccolo kit con le medicine che potrebbero servire al bambino.