Rumore rosa vs rumore bianco

Rumore rosa o Rumore bianco: come aiutare il bambino a dormire?

Il riposo del bambino

Spesso, riuscire a far addormentare un bambino o farlo riposare più a lungo di quanto non faccia, si presenta un’impresa dura per le mamme. Non poche volte ci si trova davanti a bimbi che preferiscono dormire di giorno piuttosto che di notte, neonati che dormono pochissimo o che ci impiegano ore per prendere sonno. Ma come facilitare il sonno del bambino? Come aiutare il nostro piccolo a riposare bene per svegliarsi poi tranquillo e sereno? Una mamma esausta prova di tutto pur di chiudere gli occhi qualche minuto… Ma a volte i segreti per aiutare il sonno del neonato sono semplici e a portata di mano.

I suoni e i colori

Quando si parla di diversi tipi di suoni o rumori, ci troviamo spesso di fronte a collegamenti con il colore. Questo perché lo spettro di frequenza del rumore è molto simile a quello del colore: questa teoria abbina il modo in cui un suono viene percepito dall’orecchio, al modo in cui un colore viene percepito dall’occhio. Così i rumori vengono classificati abbinandoli ai colori dello spettro visibile all’occhio umano: rumore bianco, rumore marrone, rumore grigio, rumore rosa, ecc… Di questi rumori, quelli che più interessano la sfera del bambino e in particolare il rilassamento, sono il rumore rosa e il rumore bianco. Vediamoli insieme nel dettaglio e indaghiamo il perché sono preziosi alleati per il sonno del neonato.

Rumore rosa

Leggi anche: Il rumore rosa aiuta il bambino a dormire meglio

Il rumore rosa: un valido alleato

Chi non ha mai sentito parlare almeno una volta di rumore rosa collegato al sonno del bambino? Quando ci si trova davanti a questa definizione, bisogna far riferimento a Beth Pantley, autrice di “The no-cry sleep solution for newborns” e prima scrittrice a teorizzare una soluzione per il sonno indisturbato dei bambini, collegata ai rumori quotidiani. In effetti, quando ci si riferisce al rumore rosa, bisogna pensare a tutta quella serie di rumori a cui spesso noi grandi non facciamo caso, perché continuamente presenti nella nostra quotidianità. In effetti, possiamo associare al rumore rosa:

  • le onde del mare;
  • il fruscio del vento tra le foglie degli alberi;
  • i battiti del nostro cuore.

Le frequenze basse, nel rumore rosa, sono di potenza maggiore: per questo motivo risulta armonioso e favorisce il rilassamento dei bimbi piccolissimi. Con le dovute accortezze, una fonte di rumore rosa posta nella cameretta del bambino, può favorirne il sonno. Di seguito un video “test” per verificare gli effetti del rumore rosa.

Leggi anche: Giochini sonori e luminosi possono disturbare il sonno dei bambini

Il rumore bianco: quando la tecnologia ci aiuta

Il rumore bianco non è presente in natura, ma lo si può comunque associare a rumori come quello della pioggia che cade. Sono determinate apparecchiature che lo producono. Basti pensare a:

  • phon;
  • aspirapolvere;
  • una ventola che gira.

A differenza del rumore rosa, esso si presenta più stridulo e meno armonioso, ma comunque con un marcato potere rilassante: questo perchè la frequenza delle onde sonore è costante. Esistono in commercio degli apparecchi che generano rumore bianco, creati appositamente per favorire il sonno del neonato; sono utili, inoltre, per coprire i rumori fastidiosi provenienti per esempio dalla casa dei vicini o per concentrarsi nei pomeriggi di studio. Di seguito un video “test” per verificare gli effetti del rumore bianco.

Leggi anche: Sonno e bambini: ecco qual è l’ora giusta per farli addormentare

Rumore rosa vs Rumore bianco

Sia il rumore rosa che il rumore bianco vengono utilizzati per favorire la concentrazione e il relax e, nel caso di bambini che hanno problemi ad addormentarsi, per favorire il rilassamento e il graduale addormentarsi dei più piccoli. Il rumore bianco viene molto utilizzato anche per coprire i rumori fastidiosi dei macchinari nelle sale di terapia intensiva neonatale o nelle sale esposte ai rumori del traffico. Il rumore rosa è spesso utilizzato nelle sale d’attesa. Senza dubbio sono validi alleati per favorire il relax del nostro piccolo e far in modo che si addormenti più velocemente e più facilmente, ma il rumore rosa, associato spesso a più piacevoli suoni della natura, è sicuramente più armonioso e melodico e più adatto ai neonati. In ogni caso, questi rumori aiutano il bambino a rilassarsi e dormire meglio in quanto, secondo le ultime teorie, agiscono modificando le onde cerebrali. Molti cd per neonati in commercio, al giorno d’oggi, si basano sul potere del rumore rosa e possono essere anche un’ottima idea regalo per una neomamma. Di seguito alcuni video che riproducono:

  • il “rumore rosa“, utilizzato per il rilassamento e la concentrazione;
  • il “rumore bianco“, avente effetto calmante e rilassante;
  • ninna nanne con graduale utilizzo di rumore bianco per far addormentare i piccoli.

Leggi anche: Sonno bambini: 10 buone abitudini da adottare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *