Foto quando migliora vita con neonato

Quando migliora la vita con un neonato?

Una nuova vita a tre

Avere un bambino migliora la vita questo si sa. Tuttavia i primi tempi in cui il neonato è davvero molto piccolo e necessita di accudimento e cure continue, possono essere davvero duri, stancanti e stressanti. In aggiunta a ciò, non solo la mamma e il papà si devono abituare a nuovi e sconvolgenti ritmi di vita, ma si ritrovano spesso senza momenti e attimi da dedicare l’una all’altro. Proprio per tale motivo, una delle domande più frequenti dai genitori è: quando migliora la vita con un neonato?

Nuovi problemi o solamente sfide da affrontare?

Le prime a scoraggiarsi maggiormente sono, per ovvie ragioni, le mamme. Non importa se il bambino è arrivato dopo una lunga ricerca o se è capitato all’improvviso. Tutto appare difficile e realmente complicato tanto che la domanda “ma chi me l’ha fatto fare?” è una delle più gettonate. Effettivamente bisogna tenere in considerazione che prendersi cura di un neonato non è affatto semplice e scontato. Innanzitutto c’è il problema del pianto che mette in crisi non solo le mamme e i papà ma anche i nonni. Ci sono differenti tipi di pianto nel neonato (fame, sonno, dolore), ognuno di questi è diverso, ma per riuscire a decifrarli ci vuole tempo. Lo stesso discorso vale per quanto riguarda le poppate: ogni bambino è unico e non sono consigliati paragoni con altri neonati. Infatti esistono piccoli che hanno necessità di mangiare ogni 3/4 ore e chi dopo 45 minuti richiede nuovamente il latte. Tutto è normale e assolutamente fisiologico. Anche il sonno e la stanchezza della mamma. Sebbene sia questo uno dei periodi più belli nella vita di una donna, non bisogna nascondere di essere stanche. Per questo motivo si consiglia sempre di dormire e riposarsi un po’ non appena il piccolo riesce a prendere sonno. Questi aspetti appena elencati possono essere visti inizialmente come dei problemi che si aggiungono alla coppia e alla ormai consolidata routine ma in realtà, nel giro di poche settimane la situazione sarà completamente differente.

foto neonato piange

Leggi anche: Rooming-in e allattamento al seno

Quando si riesce ad avere più tempo per la coppia?

Insomma, quando realmente migliora la vita con un neonato? Semplicemente quando tutta la famiglia riesce a sintonizzarsi ai nuovi ritmi del bambino e si riescono a comprendere tutte le sue esigenze in maniera immediata. Questo ovviamente non può succedere nel primo mese di vita del bambino e nemmeno nel secondo. Nonostante ciò, già a partire dal terzo mese è completamente fattibile lasciare qualche ora il piccolo ai nonni per potersi dedicare alla coppia oppure a sé stesse. Uscire per una cena romantica a due o andare dalla parrucchiera, è fondamentale per ritrovare pian piano i propri spazi e soddisfare anche le esigenze della coppia. Bisogna sempre ricordarsi che più i genitori sono sereni e complici e migliore sarà la qualità della vita di tutta la famiglia e l’umore del neonato. Nel video seguente, una Sara Tappia, mamma che gestisce un canale Youtube in cui tratta argomenti come l’educazione e la genitorialità, spiega come ha vissuto il suo post parto, ammettendo che sicuramente è un periodo stancante ma allo stesso tempo molto breve, e con piccoli accorgimenti, la mamma e il papà riescono a essere più liberi e in forma.

Leggi anche: Corredino neonato: lista nascita e guida completa

Alcuni consigli che possono fare la differenza

Tutte le neo mamme (ma anche i papà) hanno sicuramente bisogno di qualcuno che ricordi loro alcuni aspetti fondamentali per  evitare di stancarsi e innervosirsi eccessivamente. Molte volte questi arrivano direttamente dai nonni, che non vedono l’ora di poter anche dare la loro opinione in merito. Tuttavia, è sempre necessario ricordare di seguire il proprio istinto di mamma e per le questioni più serie come allattamento, nanna e salute del neonato rivolgersi a uno specialista (pediatra e ostetrica). Un altro consiglio per rendere questi primi mesi più facili è quello di far collaborare anche il papà e chiedere aiuto quando serve. Il papà svolge un ruolo fondamentale perché non solo sostiene e supporta la mamma, ma può anche rendersi utile andando a fare la spesa, cambiando il piccolo, facendo il bucato o semplicemente addormentare il neonato portandolo a passeggio o nella fascia. Questo permette alla mamma di riposarsi e di staccarsi qualche minuto dal bambino. Infine, per ultima cosa, è bene capire che per ovvi motivi, nei primi mesi di vita di un neonato, la casa passerà sicuramente in secondo piano. Non sono ammessi sensi di colpa per non avere pulito il pavimento o lavato i vetri poiché è assolutamente comprensibile dato l’enorme mole di lavoro che i genitori hanno da fare con il piccolo. Pertanto, è necessario tenere duro qualche mese e poi sicuramente la vita con il neonato migliorerà, lasciando indietro fatica e incomprensioni.

foto vita con neonato

Leggi anche: 5 cose da non regalare ad una famiglia con un neonato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *