foto_gravidanza

Quale tipo di intimo indossare in gravidanza

La parola d’ordine deve essere “comodità”, specialmente quando la pancia e il seno si ingrosseranno giorno dopo giorno. Al tempo stesso non si dovrà dimenticare di essere femminili anche durante i 9 mesi che ci separano dal parto. PassioneMamma vi parla oggi di un importante capitolo dell’abbigliamento premaman.

Parliamo infatti di quale tipo di intimo indossare durante la gravidanza. Nei primissimi mesi probabilmente non noterete grandi cambiamenti nel vostro fisico, tali da portarvi a rinnovare il vostro guardaroba di completini intimi, ma man mano che la gravidanza procede può darsi che non vi troviate più a vostro agio con ferretti e reggiseni che fino al giorno prima vi accompagnavano da mattina a sera.

I fattori più evidenti – diversi da donna a donna, in ogni caso – saranno l’aumento di volume del seno, che si prepara all’avvicinarsi del parto e all’allattamento, e del bacino. In linea generale, avrete voglia di stare comode, perché il seno può farvi male e potrete avere la sensazione che la pancia si indurisca o gonfi, soprattutto la sera.

Per orientarvi nella scelta dei completini che vi seguiranno nei 9 mesi di gravidanza e nel post-partum, potete dare un’occhiata nei negozi di abbigliamento premaman: molti ormai dedicano una collezione specifica all’intimo per questa fase di vita della donna. A prescindere dai marchi, ecco alcuni consigli che potrete declinare in base al vostro corpo e ai vostri gusti.

  1. Sì a tessuti morbidi e che non costringano il corpo
  2. Con la lenta metamorfosi del corpo durante l’attesa di un bambino, vi piacerà sentire che le vostre parti intime vengono avvolte da capi morbidi. Cotone naturale, Lycra, microfibra saranno perfetti.

  3. Provate con i saldi
  4. In molti casi non è necessario acquistare indumenti specificamente disegnati per la gravidanza: è sufficiente prendere qualche completino, anche in sconto, di una o due taglie superiori a quella indossata normalmente. Considerate anche che in allattamento potrete vedervi allo specchio e sentirvi letteralmente delle “maggiorate”, specie la mattina presto, alla prima poppata del giorno. Due taglie in più non sono un’esagerazione!

  5. Se possibile, preferite l’intimo “seamless”
  6. Significa “senza cuciture” e spesso sono i modelli in microfibra o in tessuto tecnico. Non vi immaginate che siano solo semplici fasce informi e senza verve! Prima di tutto danno al seno un aspetto naturale, assecondandone la forma e la crescita. In secondo luogo, i marchi premaman (e non solo) li stanno rendendo accattivanti anche dal punto di vista dei dettagli più o meno sexy.

  7. A corto di pigiami e camicie da notte?
  8. Se siete abituate a dormire con i pantaloni e la maglietta, può darsi che la parte bassa dei pigiami che utilizzate normalmente cominci a stringervi e a darvi fastidio intorno al quinto/sesto mese. Potete optare per una camicia da notte. Anche in questo caso, provate ad essere lungimiranti per ottimizzare le spese: cercatene una o due magari di una/due taglie superiori alla vostra, aperte sul davanti con bottoncini o scollo a “v”. In questo modo, potrete utilizzarle anche in occasione del ricovero in ospedale per il parto: ricordate che comincerete ad allattare appena il bambino nascerà. In ogni caso esistono anche specifici pigiami premaman a due pezzi, composti da maglietta e pantaloni.

  9. Cercate di mantenere viva la vostra femminilità.
  10. Assecondate la vostra natura: se desiderate essere sexy anche durante la gravidanza, potete e dovete continuare ad esserlo anche in un corpo che cambia lentamente. Finché il bambino non è nato, avete tempo di girare per negozi premaman e non, a caccia, anche, di completini intimi che fanno al caso vostro. Per le più audaci, segnaliamo anche la collezione di Dita Von Teese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *