foto_prurito_gravidanza

Pubalgia in gravidanza

Pubalgia

Il fenomeno della pubalgia è probabilmente conosciuto dalla maggior parte di uomini e donne, soprattutto in gravidanza: consiste infatti in una infiammazione dei muscoli e dei tendini che interessa i punti di inserzione sull’osso pubico. Se la patologia colpisce soprattutto gli sportivi, che per sovraccarico funzionale vanno ad infiammare le inserzioni della coscia, spesso la pubalgia si manifesta in gravidanza. Vediamo cos’è la pubalgia, i sintomi della pubalgia in gravidanza, le cure ed i rimedi.

Pube

Prima di analizzare questa patologia, è necessario considerare la zona colpita dai sintomi della pubalgia, cioè il pube, ovvero quella regione dell’apparato genitale che nelle donne è denominato anche Monte di Venere. Solitamente la zona pelvica è oggetto di dolori da parte delle donne, che spesso accusano forti dolori pelvici riferito alla pelvi, ossia alla parte inferiore del bacino. A quante di voi sarà capitato di sentire il pube gonfio, oppure soffrire di algia pelvica, cioè di forti infiammazioni legate alle ovaie e alle tube?

foto pubalgia pube

Pubalgia in gravidanza

Questi sintomi vengono a manifestarsi soprattutto in gravidanza, quando la zona pelvica diventa particolarmente suscettibile: si riscontrano infatti moltissimi casi di pubalgia in gravidanza. Questa solitamente si manifesta all’inizio con un fastidio, che può diventare estremamente fastidioso: i sintomi di pubalgia più diffusi sono la difficoltà nel camminare, nell’accavallare le gambe, o solo al girarsi nel letto.

foto pubalgia in gravidanza

Sintomi pubalgia

Le cause della pubalgia si riscontrano in ripetuti microtraumi e nel sovraccarico funzionale continuo: soprattutto per le donne incinta, particolari sforzi che apparentemente sembrano minimi possono essere dannosi. Molte si chiedono se esistono delle cure per la pubalgia. Tanti anni fa, per tutte le future mamme che manifestavano pubalgia in gravidanza veniva prescritta un’integrazione di calcio e di vitamina D; oggi invece i ginecologi affermano che non ci sono particolari cure, ma semplicemente degli accorgimenti. I rimedi per la pubalgia possono essere mettere un cuscino in mezzo alle gambe quando si dorme e uno anche sotto il sedere quando di sta sedute; mantenere le gambe parallele e simmetriche il più possibile quando ci si muove nel letto; non fare sforzi e muoversi in modo delicato; praticare nuoto o acquagym.

Sport in gravidanza

Ciò che è stato appena detto pone l’accento su quanto lo sport in gravidanza sia fondamentale per la futura mamma, soprattutto per chi soffre di pubalgia: camminare in gravidanza, il nuoto e le attività che includono l’acqua possono essere rimedi efficaci per curare la pubalgia in gravidanza, sfruttando le caratteristiche fisiche dell’acqua che permettono alla donna di lavorare in scarico. I dolori della futura mamma, dunque, possono essere attutiti dall’approccio in piscina.

foto pubalgia sport

Dolore interno coscia

In particolar modo, le donne che soffrono di pubalgia accusano forti dolori inguinali in gravidanza, che si manifestano soprattutto perché il pancione ingombrante rende tesi i tendini dell’utero, la colonna vertebrale sforza cosi come le ossa del bacino, e la zona pelvica, il pube e l’interno coscia ne risentono. Tuttavia, i dolori dell’inguine in gravidanza non devono assolutamente spaventare le future mamme.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *