foto_lychee_frutto

Pericolo lychee nei bambini: problemi celebrali e decessi a causa del frutto

Lychee, 53 morti in India negli ultimi 10 giorni

Il lychee, detto anche ciliegia della Cina, è un frutto originario della Cina meridionale e del Sud-Est Asiatico dalla polpa bianca, fresca e profumata. Eppure, negli ultimi 10 giorni sta creando allarme, avendo portato al decesso ben 53 morti in India.

Il caso

Come riferisce il Guardian, nel territorio indiano sono morti 31 bambini a causa di questo frutto. I decessi sono stati registrati in due ospedali del distretto di Muzaffarpur, nell’est dell’India, famoso proprio per le sue coltivazioni di lychee.

Leggi anche: India, bimbo nasce in aereo e riceve un regalo speciale dalla compagnia

Tutti i bambini morti, come riferito dagli operatori sanitari, hanno presentato gli stessi sintomi tra cui l’encefalite acuta (AES) ed un improvviso crollo dei valori di glucosio nel sangue. Ciò significa che a determinare i problemi celebrali e, nei casi più gravi, anche i decessi è proprio la presenza del frutto.

foto_pericolo_lychee

Dal 1995 ad oggi nella stessa zona si sono verificati dei casi molto simili soprattutto nei mesi estivi, e cioè quella che vede la presenza massiccia di Lychee conosciuta localmente come “Chamki Bukhar”. Nel 2014, addirittura, i decessi a causa del frutto erano stati 150.

Il motivo

Dopo il 2014, un gruppo di ricercatori ha voluto studiare il caso, arrivando ad una drammatica conclusione: la sindrome da encefalite acuta era causata anche da una sostanza tossica contenuta nel frutto esotico.

foto_lychee

Leggi anche: India, violentata a 13 anni va in ospedale per abortire all’ottavo mese: ma i medici fanno nascere il bambino

Stando a quanto riportato da Dago, secondo gli esperti non è una coincidenza che ci siano casi di malattie celebrali e decessi nella stessa zona e nello stesso periodo dei lychee. Per scoprire la causa della malattia che, tra le altre cose, provoca convulsioni, uno stato mentale alterato e in un terzo dei casi anche la morte, gli esperti evidenziato che sono però necessari studi. Intanto, l’allarme è stato lanciato anche nel Bangladesh e nel Vietnam, altre regioni in cui c’è una massiccia coltivazione di lychee.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *