foto_perchè_è_giusto_che_le_vaccinazioni_siano_obbligatorie

Perché è giusto che le vaccinazioni siano obbligatorie

Vaccinazioni obbligatorie in Italia: perché è giusto così

Cos’è il vaccino? Il vaccino è un prodotto che se somministrato in un corpo, induce una risposta immunitaria che lo proteggerà dall’attacco del patogeno. È stata una grande scoperta che ha impedito il diffondersi di malattie contagiose e provocare intere epidemie. Perché sono importanti i vaccini? L’opinione delle famiglie italiane si sta dividendo a riguardo. Il problema deriva dal fatto che in alcuni casi i vaccini hanno provocato reazioni irreversibili su alcuni bambini. Questa è stata la causa, da parte di molti genitori italiani, di prendere la decisione di non vaccinare i propri figli.
Forse però bisogna fare un passo indietro e analizzare bene la questione.

Una persona sana con una buona risposta immunologica sarà difficile che contragga problematiche irreversibili causate dal vaccino. Si è sentito parlare di autismo ed altri tipi di malattie ma non è stata trovata scientificamente una correlazione tra i due fattori.

Questo significa che un medico che riscontra un buon profilo immunologico è tenuto ad eseguire le vaccinazioni per lo meno obbligatorie. Questo impedirà al bambino di contrarre una determinata malattia perché il suo corpo già la “conosce” ed ha sviluppato gli anticorpi per combatterla.

Decreto legge vaccini obbligatori: perché è necessario in Italia

È stato varato negli ultimi giorni il decreto che prevede le vaccinazioni obbligatorie che comprendono la fascia d’età 0-16 anni. Questo soprattutto per le iscrizioni ad asili nido e le successive scuole. Per i genitori che non eseguiranno le vaccinazioni ai propri figli ci saranno sanzioni salate che andranno dai 500 ai 7500 euro. Inoltre il genitore che si opporrà alla vaccinazione sarà segnalato dalla ASL al Tribunale dei Minorenni per la sospensione della potestà genitoriale.

Pochi giorni fa anche il noto medico di Emergency Gino Strada ha affermato che: “Un genitore che non vaccina i propri figli è un irresponsabile totale. In Africa profilassi e vaccini non esistono. Poi purtroppo anche qui oggi vedo dei cretini che dicono che i vaccini non servono e fanno male”.

Tutti i torti non possiamo darli a Gino Strada. Per alcuni genitori forse è più importante pensare che un vaccino possa provocare danni irreversibili, invece di pensare a quelli che la malattia stessa potrebbe provocare.

Ricordiamo che le reazioni negative del vaccino si riscontrano in soggetti immunodeficienti. Il medico verificherà il sistema immunitario del paziente e considererà se eseguire o meno il vaccino. Vaccinare non è solo una prevenzione che si fa al proprio figlio, bensì si protegge anche il resto della comunità.