Foto_donna_incinta_con_partner

Partorire con il partner vicino: perché è stupendo

Partorire con il partner vicino

La data del parto si avvicina e ancora non hai deciso chi vorresti vicino in un momento così importante? Stai riflettendo su cosa piacerebbe alla tua famiglia, o stai pensando, invece, a chi sarebbe la persona migliore per sostenere te? Partorire con il partner vicino è stupendo. Ma la scelta di vivere insieme al proprio compagno un momento così importante deve essere condivisa.

Il giorno del parto sarà uno dei più belli, ma allo stesso tempo anche più difficili della tua vita. La persona che ti sarà accanto deve essere felice di esserci, non solo per il bambino, anche per dare supporto a te. Anche se la nascita è un evento molto naturale, mettere al mondo un figlio non è un’azione così semplice e veloce. Se ci sono alcune donne fortunatissime con travagli molto brevi e parti semplici, ce ne sono altre per le quali il parto è davvero impegnativo.

Perché è stupendo partorire con il partner vicino

Avere a fianco il proprio partner significa realizzare insieme il vostro sogno. Farsi accompagnare in un momento significativo ma anche molto faticoso. Partorire con il partner vicino è stupendo perché significa renderlo partecipe del miracolo della vita. Assistendo al parto un uomo acquista un’immediata consapevolezza di essere diventato padre. Durante il parto l’uomo si sente orgoglioso e responsabile del proprio bambino.

Non solo, il fatto che il tuo compagno assista al parto rappresenta un’azione importante anche per te.
Il partner, infatti, sicuramente, diventerà ancora più consapevole del tuo impegno di mamma.
Se riuscirete a vivere questa esperienza insieme, sicuramente anche il vostro rapporto diventerà più profondo e duraturo.

Perché è importante anche decidere insieme

Non tutte le donne affrontano il parto allo stesso modo. Sia l’inclinazione personale che le possibili varianti fanno di ogni nascita un evento a sé. Proprio per questo, alcune donne si sentono più rassicurate dalla presenza della mamma in sala parto o di un altro familiare. Eppure, se il compagno vorrebbe partecipare al parto ciò rappresenta non solo un desiderio, ma è la dimostrazione di un impegno. Alcuni uomini sono contrari ad assistere al parto. Altri vorrebbero esserci, ma lasciano decidere la futura mamma, senza condizionarla. In alcuni casi sono proprio i ginecologi che sconsigliano di assistere, perché nei momenti di sofferenza la donna può trasformarsi a tal punto da lasciare nel compagno un ricordo traumatico anche nei mesi successivi. Tuttavia è vero che i momenti più dolorosi vengono di solito ricordati in modo meno vivido, rispetto alla gioia per la nascita.

Credo sia giusto che la mamma debba mettere al primo posto le sue necessità. Se si sente più sicura e forte con la mamma vicina durante il parto è giusto. Ma, se invece vorrebbe accanto il partner dovrebbe parlargliene e se lui è contrario provare a farlo ragionare.

Partorire con il partner vicino è stupendo perché ti fa sentire in perfetta armonia. Quando il bambino nasce il suo primo vagito sarà il regalo più per entrambi. Vi sentirete in estasi, appagati, realizzati, ancora più uniti.

Tu sarai stata forte, ma anche estremamente generosa nel condividere questi momenti difficili. Non importa se magari lo avrai offeso gridandogli addosso quando le contrazioni diventavano più forti. Lui capirà, ti sarà stato accanto con amore cercando anche lui di superare i propri limiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *