Ora solare torna il 29 ottobre: gli effetti sui bambini e come prevenirli

Ora solare bambini

Ancora pochi giorni e si farà ritorno all’ora solare. La notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre, infatti, le lancette dell’orologio dovranno essere spostate di un’ora indietro. In altre parole, alle 3 di notte di domenica 29, le lancette andranno spostate sulle 2.
Ciò significa che le giornate dureranno di meno e si farà notte presto. Ma significa anche che questo weekend si dormirà un’ora in più! Questa sarebbe una bella notizia, se non fosse che a risentirne maggiormente sono proprio i bambini. Come reagiscono i più piccoli al cambio dell’ora?

Neonati e cambio dell’ora

I neonati non hanno ancora sviluppato la propria routine quotidiana. Non hanno un orario preciso per il pasto e non hanno impegni da rispettare durante la settimana. Per questo motivo per loro sarà più semplice affrontare il cambio dell’ora.

ora solare bambini

Il cambio dell’ora per i bimbi un po’ più grandi

I bambini sono estremamente abitudinari. Pensiamo all’orario della colazione, alle attività perfettamente programmate della scuola dell’infanzia o elementare, agli impegni sportivi che cadono ogni settimana sempre allo stesso giorno e sempre allo stesso orario.

Creare un’abitudine – e rispettarla – dona sicurezza al bambino. Sapere di incontrare la maestra e i suoi amichetti è una delle certezze su cui il bambino conta. Specialmente se è più piccolo, il bimbo potrebbe sentirsi perso se i piani cambiano da un momento all’altro.

Questo significa che anche il cambio dell’ora potrebbe avere dei minimi effetti sulla sua giornata. Una specie di fuso orario. Vediamo a quali disagi si può andare incontro.

Il cambio dell’ora e i ritmi del sonno

Il bambino va a dormire e si risveglia in orari ben definiti. Nei primi giorni, il bambino potrebbe soffrire per il fatto di svegliarsi un’ora prima oppure andando a dormire un’ora dopo rispetto al solito. Se notate un po’ di irritabilità e una maggior stanchezza nei primi giorni, questi effetti sono del tutto normali e passeggeri. Si tratta di creare una nuova abitudine, un’altra routine.

Come aiutare i bambini ad affrontare il cambio dell’ora

Naturalmente questi disagi sono del tutto gestibili grazie ad alcune accortezze da parte dei genitori. Per aiutare i più piccoli a dormire serenamente, in questi giorni potrebbe essere utile anticipare di qualche minuto l’ora della nanna.

Così facendo si arriverà più preparati al cambio dell’ora. Se il bambino è abituato a riposare nel pomeriggio, questo momento potrebbe essere sicuramente un aiuto per recuperare le energie.

Per quanto riguarda il discorso alimentazione, i bambini potrebbero aver fame prima del solito perchè il loro corpo è ancora abituato al “vecchio orario”. Anche in questo caso si può usare il trucchetto già esposto: anticipando l’orario del pasto, il bambino si troverà più preparato!

bambino appena nato

Le giornate si accorciano: che fare?

L’ora solare porta con sè giornate sempre più brevi. Farà buio prima. Questo può avere effetti negativi sul tono dell’umore: un velo di tristezza potrebbe calare sui bambini (e non solo!). In questo caso si consiglia di godere della luce naturale del Sole il più possibile.


Leggi anche: Altri consigli per aiutare i bambini ad adattarsi all’ora solare


Si consiglia, pertanto, di stare all’aria aperta sia per passeggiare che per giocare. Vivere alla luce del Sole ha effetti molto positivi sull’umore. Un vero e proprio aiuto naturale. L’importante è avere pazienza e comprendere che ogni bambino ha i propri tempi per abituarsi al nuovo orario.