foto_salamoia

Olive in salamoia in gravidanza

Olive in salamoia in gravidanza

In gravidanza è importante seguire una dieta equilibrata ed evitare gli alimenti che possano far male al bambino. Ci sono infatti cibi vietati in gravidanza in quanto possono portare dei problemi alla gravidanza. Le olive, tipico prodotto della cucina mediterranea, possono essere mangiate oppure no? Le olive contengono molta vitamina A, C, calcio e ferro; hanno proprietà antiossidanti e questo contribuisce a proteggere il bambino una volta nato da asma e allergie. Le olive in salamoia possono essere mangiate?

Alimentazione in gravidanza

Le olive in salamoia sono molto salate. Proprio questa loro caratteristica non le rende molto adatte alla gravidanza. Infatti durante i 9 mesi sono da evitare i cibi troppo salati poiché aumentano la pressione arteriosa e in gravidanza l’ipertensione può portare vari rischi. Le olive salate in salamoia risultano avere molto sale: per questo è meglio sciacquarle con dell’acqua o non mangiarle.

olive in salamoia in gravidanza

Dieta inizio gravidanza

In gravidanza bisogna prestare particolare attenzione alla dieta. Bisogna prediligere cibi freschi come verdura e frutta di stagione. I cibi consigliati in gravidanza sono quelli con molte vitamine e sali minerali. In gravidanza bisogna cercare di mantenere una dieta equilibrata: un po’ di carboidrati, un po’ di grassi, un po’ di proteine e molte vitamine. Non bisogna stravolgere le proprie abitudini alimentare ma ci sono alimenti vietati in gravidanza. I cibi da non mangiare in gravidanza sono quelli troppo grassi, troppo salati e di origine non sicura.


Leggi anche: Quali olive mangiare in gravidanza


Alimenti da evitare in gravidanza

Ci sono alcuni cibi da evitare in gravidanza perché possono portare malattie molto pericolose per il feto. Tra queste malattie c’è la toxoplasmosi. La toxoplasmosi deriva dal toxoplasma gondii, un microrganismo che vive negli animali e nelle feci del gatto. L’infezione viene contratta se si ingerisce il parassita. Il microrganismo si può ingerire mangiando verdure crude non lavate bene o frutti che crescono per terra e che quindi possono essere contaminati dalle feci di gatto. Anche carni crude non vanno mangiate perché possono contenere il microrganismo.

dieta inizio gravidanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *