foto_moglie

Nino D’Angelo, vita privata: la confessione su moglie e figli

Nino D’Angelo è una delle voci più belle e conosciute del panorama artistico italiano. Il cantautore napoletano da più di 40 anni ha un posto di rilievo nel mondo della musica in Italia. Della sua carriera artistica si sa molto, ma della sua famiglia no. Nino è infatti molto riservato e non si lascia spesso andare a rivelazioni di gossip. Essendo un uomo d’altri tempi per Nino la famiglia è una cosa molto importante da proteggere in ogni momento. In questi giorni ha però rilasciato delle importanti dichiarazioni a Diva e Donna che riguardano sua moglie e i suoi figli.

Nino D’Angelo è sposato con Annamaria dal lontano 1979. La coppia ha avuto due figli maschi: Antonio, nato nel 1979, oggi regista di talento, e Vincenzo, nato nel 1983, che è un giornalista sportivo. I due si sono conosciuti e innamorati ad un matrimonio. A quel matrimonio lei era invitata mentre lui era il cantante. I due ragazzi erano davvero giovani. Nino aveva 17 anni e Annamaria soltanto 12. Quando lei ha compiuto 15 anni è rimasta incinta di Nino; a seguire i due hanno fatto la classica fuitina per sposarsi.

nino d'angelo

Le rivelazioni sulla moglie e sui figli

In questi giorni Nino ha voluto parlare della sua famiglia al settimanale Diva e Donna. Nino ha dichiarato che Annamaria, con la quale tra due anni festeggerà 40 anni di nozze, è una donna d’altri tempi. Il cantante ha detto che sua moglie è una vera e propria donna di casa che si occupa del marito, dei figli e della casa.

Senza di lei Nino non vivrebbe. D’Angelo ha poi dichiarato che lui porta a casa i soldi ma lei si occupa di amministrarli. Nonostante sia una donna benestante grazie al lavoro del marito, non li spende come farebbe una qualsiasi donna ricca.


Leggi anche: Max Giusti, tra vita privata, moglie e figli


Anche dei figli Nino ha parlato benissimo ritenendosi fortunato per come sono. “Sono loro che mi arricchiscono e mi insegnano le cose” ha dichiarato Nino, facendo l’esempio degli U2, conosciuti grazie al figlio Antonio.