foto_natale

Natale dai genitori o dai suoceri?

La dicotomia tra genitori e suoceri si fa ancora più marcata durante le feste, quando bisogna scegliere se passarle con gli uni o con gli altri. Quando una relazione diventa ufficiale o dopo il matrimonio scegliere se festeggiare una ricorrenza con la propria famiglia o quella del proprio marito è fondamentale. La scelta è molto difficile e va presa con calma e consapevolezza, perché i suoceri o i propri genitori si potrebbero offendere, soprattutto in occasione del Natale. Come scegliere allora con chi passare il 25 dicembre?

Ovviamente la scelta ideale sarebbe passare la giornata con entrambe le famiglie. Organizzare un pranzo molto grande per riunire sia i propri genitori che quelli del proprio marito è un’idea bellissima che permetterà a tutti di passare una bella giornata. Farlo nella propria casa è la scelta migliore perché è un luogo neutro per entrambi e quindi un punto di incontro. Se riuscire a conciliare la preparazione del pranzo con un bambino piccolo è troppo faticoso, si può chiedere alla propria madre e alla suocera di farci una mano ai fornelli: saranno ben liete di farlo!

Se questa opzione non è possibile perché le due famiglie non vanno d’accordo o hanno già impegni si potrebbe passare il giorno di Natale da una e la sera del 24 dall’altra. In molte regioni d’Italia c’è l’usanza di fare il cenone della vigilia, in cui ovviamente si mangia pesce. Passare quindi la sera a casa dei suoceri e il 25 dai genitori o viceversa è sicuramente una buona scelta. Se nella vostra Regione non si usa festeggiare con il cenone della vigilia, sarà una buona occasione per iniziare questa usanza.


Leggi anche: Hai litigato con la suocera? 3 mosse per fare pace


Se invece le vostre famiglie abitano lontane e purtroppo non si può trovare un punto di incontro si può passare il Natale con una e un’altra festa importante come la Pasqua con l’altra. L’importante è non si creino dissapori, soprattutto in prossimità delle feste e del Natale!