foto_culla

Neonato muore in culla, il papà costretto a rubare per pagare i funerali

La morte di un figlio è quanto di più tragico e innaturale possa esserci. Un genitore ne soffre terribilmente e ne esce distrutto. Ogni forma di razionalità svanisce davanti a tanto dolore, un dolore atroce, straziante. Lunedì mattina a Scampia una mamma ha trovato il proprio bambino di soli 4 mesi senza vita. La famiglia, che non naviga in buone acque, non ha i soldi necessari per pagare un degno funerale a quel bambino volato via troppo presto. Il papà ha allora pensato di compiere un gesto irrazionale e illegale per amore di quel figlio morto durante la notte: rubare per pagare il funerale.

Non ha i soldi per pagare il funerale del figlio, tenta di rapinare un pub

Cristian è stato arrestato nella notte tra lunedì e martedì dalla Polizia di Stato mentre portava a termine una rapina in un pub. L’uomo avrebbe avuto un complice. Martedì notte intorno all’1.25 il papà ha scritto un post su Facebook. “Come faccio a vivere senza di te” si chiedeva Cristian che, dopo qualche minuto, è uscito per piazzare il colpo nel pub.

Alle autorità Cristian ha spiegato che quel gesto contro la legge lo ha compiuto solamente per pagare il funerale del suo bambino.

Erano circa le 4 di martedì notte quando dopo aver portato a termine la rapina, Cristian e il suo complice sono usciti dal pub per caricare in auto la refurtiva. In quel momento la Polizia dopo aver notato una macchina sospetta li ha beccati proprio mentre terminavano il lavoro. I due, processati per direttissima, sono stati condannati ad 1 anno e 6 mesi da scontare ai domiciliari.

“Figlio mio, scusa, ho fatto una sciocchezza, mi manchi tanto. Io sono un poco di buono ma devo cambiare per i tuoi fratellini. Sei il mio angelo custode, sennò a quest’ora non stavo a casa. Riposa in pace angelo di babbo.” ha scritto il papà sui social network il giorno successivo al tentativo di rapina.

Il neonato è stato trovato morto dalla mamma lunedì mattina. La donna ha subito chiamato il 118 ma non c’è stato nulla da fare. Il piccolo è deceduto probabilmente a causa di un rigurgito durante la notte. Il magistrato ha comunque disposto l’autopsia per capire le reali cause della morte.