foto_mascherine_coronavirus

Mascherine, l’ISS: “Lavare subito le riutilizzabili. Il virus resiste fino a 4 giorni”

Mascherine e coronavirus, parla l’ISS

Il coronavirus resiste nelle mascherine fino a quattro giorni. È quanto evidenziato dall’ISS, l’Istituto Superiore di Sanità, che ha invitato tutti a gettare immediatamente quelle monouso e a lavare subito le mascherine di stoffa riutilizzabili.

La nota dell’ISS

Sul proprio portale, l’Istituto Superiore di Sanità ha pubblicato un lungo documento dal nome “Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell’attuale emergenza Covid-19”, nel quale ha spiegato anche come il COVID-19 è in grado di resistere nelle mascherine per 96 ore.

foto_mascherine_chirurgiche

Leggi anche: Coronavirus, due mascherine per i figli a 25 euro: lo sfogo di una mamma FOTO

Molti, infatti, tendono ad utilizzare le mascherine chirurgiche per più di un giorno anche se sono monouso. Per quanto riguarda quelle di stoffa o cotone lavabili, invece, si pensa erroneamente che sia sufficiente lavarle una tantum, magari al termine della settimana. Nulla di più sbagliato.

Le parole dell’esperto

Le mascherine lavabili vanno usate una volta sola e poi messe subito in lavatrice, senza poggiarle sui mobili. Quelle monouso vanno gettate nella raccolta indifferenziata subito dopo l’utilizzo. In entrambi i casi vanno toccate solo sugli elastici, lavandosi prima e dopo le mani. Attenzione infine a non gettarle a terra. Il rischio infettivo è minimo, ma l’impatto sull’ambiente è alto

ha spiegato all’ANSA Paolo D’Ancona, medico epidemiologo dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss).

Prima di lavarle è fortemente consigliato un ulteriore intervento di detersione. Questo consiste nella rimozione dello sporco e dei microrganismi invisibili che, moltiplicandosi, sono in grado di ridurre l’attività dei disinfettanti.

foto_mascherine_riutilizzabili

Leggi anche: Coronavirus, i bambini e le mascherine: ecco quali indossare e chi deve evitarle

Coronavirus: quanto resiste sulle superfici

Il rapporto dell’ISS inoltre ha spiegato anche qual è la durata di vita del virus su altre superfici. Ad esempio la capacità di persistenza su plastica e acciaio può raggiungere le 72 ore, anche se la carica infettiva sui suddetti materiali si dimezza dopo circa 6 ore e 7 ore. Le superfici sulle quali il COVID-10 dura meno sono il rame e il cartone: in questo caso si è osservato un abbattimento completo dell’infettività dopo 4 ore per il rame e 24 ore per il cartone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *