foto_donna_incinta

Manca l’anestesista, donna perde bambino. L’ospedale: “Feto già morto”

Vibo Valentia, il caso

Dramma a Vibo Valentia. Dopo essere stata rimandata a casa a causa dell’assenza degli anestesisti in ospedale, una donna ha perso il bimbo che portava in grembo. Ma l’ospedale non ci sta, e tramite una nota ufficiale ha voluto rigettare le accuse, affermando che il feto in realtà era già morto. Ripercorriamo insieme l’assurda storia.

I fatti

A riportare i fatti è ilfattoquotidiano.it. Una gestante, dopo aver effettuato un controllo, aspettava di essere chiamata per effettuare il taglio cesareo. Ma quella chiamata non è mai arrivata, a causa della mancanza degli anestesisti nella struttura. Secondo quanto raccontato dai suoi familiari, a quel punto la donna si è recata in ospedale, dove però le è stato comunicato che non avrebbe potuto procedere col parto cesareo.

foto_ospedale

Leggi anche: Napoli, bimbo di tre anni muore in ospedale. La mamma: “Cure superficiali e carenze igieniche”

L’accusa dei familiari

Invitata a tornare l’indomani, nel frattempo il bambino è morto. La 32enne, alla trentanovesima settimana di gestazione, ha perso il bambino che portava in grembo. L’Azienda sanitaria di Vibo Valentia ha disposto un’ispezione interna, ma rigetta le accuse dei familiari.

La difesa dell’ospedale

La signora il 26 settembre, essendo alla 37esima settimana di gravidanza, si è presentata nel reparto di Ostetricia e Ginecologia del Presidio Ospedaliero di Vibo Valentia per i previsti accertamenti sanitari. In tale circostanza, la paziente, oltre alla visita preventiva, veniva sottoposta agli esami di laboratorio e strumentali (prelievo del sangue, ecografia, flussimetria, elettrocardiogramma, etc.). Non emergendo problemi a carico del feto e della stessa paziente, quest’ultima è stata rinviata al proprio domicilio non prima di concordare con i sanitari un ricovero programmato per il 10 ottobre (39° settimana di gravidanza), al fine di procedere con il parto cesareo. Alle 10,21 di oggi la signora è stata sottoposta ad ulteriori controlli, dai quali purtroppo è emersa la presenza di un feto premorto

questa la versione dell’ASP.

foto_ospedale

Leggi anche: Brasile, bimbo di 5 anni muore in braccio alla mamma dopo 11 ore di attesa in ospedale

Anche il Direttore generale Tripodi ha confermato l’avvio di un’inchiesta interna, finalizzata ad accertare quanto successo e le eventuali responsabilità.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *