foto_manuale

Le mamme che leggono manuali di puericultura sono più depresse

Non è raro che le mamme cerchino consigli su come crescere i propri figli in dei manuali. Ci sono infatti alcuni libri di puericultura, che spiegano alle neo mamme come crescere al meglio i bambini, come educarli e come comportarsi in determinate situazioni. Secondo gli esperti però questo è un metodo sbagliatissimo per crescere un figlio. Nei manuali di puericultura non si trovano infatti situazioni reali ma solamente situazioni ideali e stereotipate. In questo modo le mamme fissano nella loro mente obiettivi irraggiungibili e si sentono sempre peggio.

L’analisi è stata condotta dal dipartimento di Salute pubblica, politiche e scienze sociali dell’università di Swansea, in Gran Bretagna. Lo studio ha voluto comprendere come la lettura di manuali di puericultura influisse sulle mamme. In particolare sono stati presi in considerazione quei manuali che danno consigli sull’allattamento e fissano regole rigide per crescere i bambini.

Sono state prese in esame 354 mamme

La ricerca è stata condotta da Amy Brown, specialista di salute materna e infantile, su 354 mamme. Le mamme in questione hanno figli di età compresa tra 0 e 1 anno. Tutte al momento dell’indagine erano quindi mamme da poco.

Il 53% di queste mamme ha dichiarato di provare moltissima ansia dopo la lettura di questi manuali. Solamente il 22% delle intervistate ha dichiarato di sentirsi più preparata dopo aver letto questi libri.

I manuali creano un’idea di mamma perfetta e stereotipata. Per questo motivo dopo aver letto i libri di puericultura, le mamme hanno iniziato a manifestare una sorta di depressione. Le donne in questo modo fissano infatti obiettivi di perfezione irraggiungibili che generano in loro un senso di frustrazione.

Incapaci di raggiungere i risultati previsti nel manuale, le mamme si sentono inadatte, poco brave e inadeguate. Fissando obiettivi troppo alti o comunque sbagliati (perché non tutti i bambini sono uguali), i manuali di puericultura creano solamente sentimenti di frustrazione nelle mamme che li consultano.

I bambini sono molto diversi tra loro: non tutti dormono alla stessa ora, allattano nello stesso modo e piangono per gli stessi motivi. Per questo motivo consultare tali manuali è inutile e provoca solamente problemi. Secondo gli esperti è meglio che le mamme si confrontino con altre donne nella loro stessa situazione.