foto_scuola_multa

Maestra sgrida alunno e mangia la sua merendina: la mamma del bambino la riempe di botte

Ha dell’assurdo la storia che ha visto coinvolte la mamma e l’educatrice di un alunno di una scuola elementare pugliese. In particolare, quest’ultima ieri mattina al suono della campanella delle 8.10 è stata malmenata dalla madre del piccolo sotto gli occhi di tutti i presenti, genitori e ed alunni, davanti l’entrata di scuola.

Il motivo dell’assurdo pestaggio? La maestra del piccolo sarebbe, secondo la mamma, colpevole di aver mangiato la merenda del figlio mentre lo rimproverava e cercava di spiegargli che lo spuntino mattutino è permesso solo entro e non oltre l’orario ricreativo.

Il piccolo di nove anni avrebbe riferito il rimprovero della maestra alla mamma che ha ben pensato di vendicarsi, presentandosi la mattina seguente fuori l’edificio scolastico, iniziando ad inveire contro l’educatrice verbalmente per poi tirarle i capelli e darle spintoni. Tra i presenti c’è chi giura che siano volati anche pugni e calci.

L’immediato arrivo degli uomini dell’Arma ha posto fine all’assurdo pestaggio: la vicenda tra le due donne sembra essersi chiarita ma la dirigenza dell’Istituto coinvolto sta valutando eventuali azioni legali. Solo pochi mesi fa le cronache italiane raccontavano di un’altra violenza ai danni di una maestra, sempre da parte di un genitore.