foto_donna_incinta

Spiegare ai figli come nascono i bambini

“Ma come nascono i bambini?” Basta questo interrogativo da parte di bambini desiderosi di conoscenza a destabilizzare un adulto. Non si è mai pronti a rispondere a quesiti come questo, non si trovano mai le parole giuste, e non si è mai certi di fornire le risposte appropriate.

Occorre innanzitutto considerare che gli interrogativi variano a seconda della fase di crescita che si sta attraversando: bimbi più piccoli, di età tra i 4 ed i 6 anni, si accontenteranno per lo più di risposte semplici. Per esempio, alla domanda in apertura di questo articolo si può rispondere, “dall’amore di mamma e papà, dal nostro volerci bene” senza aggiungere ulteriori spiegazioni. Con tutta probabilità tale commento sarà sufficiente per loro.

Le difficoltà di risposta da parte di adulti imbarazzati, sono ovviamente maggiori quando a porle è il bambino in età pubere (tra gli 8 ed i 12 anni), il quale, necessita di ottenere spiegazioni chiare ed esaustive al riguardo, che gli consentono di superare adeguatamente il delicato momento di crescita in atto.

In primo luogo, sarebbe un grosso errore glissare sul tema in questione, oppure rimandarlo ad un altro momento perché “si è troppo occupati”; il bambino capterà immediatamente i segnali di disagio inviatigli dall’adulto in difficoltà.

Bisogna invece assumere un atteggiamento sereno, propositivo e soprattutto disponibile a qualsiasi chiarimento si renda necessario. Un bambino che otterrà delle risposte evasive, si sentirà disorientato e confuso, pertanto ricercherà delucidazioni altrove. Ma chi ci dice che le risposte fornite al di fuori del nucleo familiare siano quelle giuste? I genitori in primis hanno l’arduo compito di educare e soprattutto proteggere, nella sempre più pericolosa era di Internet, i propri figli essendo i principali responsabili della loro crescita.