foto_zenzero_ginger

Lo zenzero: rimedio naturale contro l’influenza, il raffreddore e la nausea

Lo zenzero è una pianta di origine asiatica della famiglia delle Zinziberaceae. Il gusto ricorda leggermente il limone ed ha un retrosapore piccantino tipico del peperoncino. Alla vista si presenta come una specie di patata nel colore e nella consistenza con l’unica differenza che è ramificato come una radice. Ma pochi sanno che esiste in diverse consistenze da adattare a seconda degli usi.

Poco conosciute e sottovalutate sono le stesse proprietà benefiche di questa pianta che sono veramente tante e sbalorditive. Nei periodi freddi, quando cioè impazzano le influenze e i mali di stagione, lo zenzero serve proprio a tutto. E’, per esempio, un ottimo fluidificante in caso di tosse e raffreddore ed un validissimo alleato nel contrastare il senso di congestione tipico degli stati febbrili influenzali.

Utilissimo anche per rendere più digeribili alcuni cibi e per alleviare in senso di nausea imposto da diverse condizioni fisiche quali: l’influenza, la gravidanza, chemioterapia. Basta aggiungere ad una tisana un pizzico di polvere essiccata, reperibile facilmente in erboristeria, nei negozi bio, ed anche in molti supermercati ben forniti.

Ma le proprietà benefiche dello zenzero non finiscono qui. Infatti, come si dice “paese che vai, usanza che trovi” ed è il caso di aggiungere “uso che trovi” nel caso specifico di questa spezia. In Africa è usato come rimedio anti-zanzare, nei paesi arabi è identificato come afrodisiaco e in Cina addirittura etichettato come “viagra naturale”.

Lo zenzero ha anche largo uso in cucina e sono molte le ricette che lo annoverano tra i propri ingredienti, come i buonissimi biscotti di pan di zenzero. Come non ricordarsi di quei buffi omini decorati dei cartoni animati. Potreste coinvolgere i vostri bambini nella loro preparazione. Abituandoli alle cose sì dolci, ma salutari. I bimbi troppo golosi vanno tenuti a bada, almeno con le cose naturali preparate in casa.

Ora chissà, magari tutto ciò fosse vero, si risolverebbero tanti, ma tanti fastidi e problemini. Tutti sarebbero più contenti, soprattutto le mogli! E nella borsa delle nascite si chiuderebbe sempre in rialzo! Mica male? Come in tutte le cose però, il troppo storpia. Vediamo infatti quali possono essere le controindicazioni all’assunzione di questo “rimedio naturale”:

La diarrea e l’acidità di stomaco possono essere due degli effetti collaterali dello zenzero, così come l’applicazione sulla pelle può portare ad irritazioni. Alcuni studi lo danno addirittura dannoso in gravidanza più per la madre che per il feto. Inoltre è controindicato per i diabetici, per coloro che assumono medicinali per la pressione ed anticoagulanti.

Tuttavia, per le tante virtù che lo zenzero sembra avere, vale la pena approfondire le ricerche ed affinarne la conoscenza magari parlandone con il proprio medico, così da avere un parere più autorevole in merito. Io personalmente lo farò, perché l’argomento mi ha particolarmente incuriosita. A tutto zenzero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *