foto_genitori_litigio

Litigare davanti ai figli: le conseguenze

Essere una famiglia significa affrontare periodi di tranquillità e serenità e momenti di crisi e nervosismo, in cui i toni si alzano, le parole prendono il sopravvento, e il tutto sfocia in litigate più o meno furiose. Spesso e volentieri, pero, i momenti di tensione tra i genitori avvengono davanti agli occhi del bambino che cerca di capire cosa sta succedendo tra la loro mamma e il loro papa, i quali probabilmente ignorano le conseguenze che provocano sul piccolo le loro litigate.

Liti genitori conseguenze figli

Se i genitori litigano i figli ne risentono? Probabilmente troppo poco maturi ancora per capire, i bambini riescono però a percepire che in casa è venuto meno quel clima di serenità e pace in cui viveva; prendono coscienza del nervosismo e dell’aggressività presente nell’ambiente che li circonda.

Quando i bambini assistono ai litigi dei genitori hanno una serie di reazioni diverse; crescere in un clima familiare teso favorisce infatti problematiche come ansia e scarsa stima di sé; oppure il bambino potrebbe anche manifestare aggressività riproponendo i modelli appresi nel contesto familiare. Anche le minime discussioni, infatti, se frequenti, possono avere conseguenze sui figli; in generale, una famiglia in cui si litiga e discute spesso, provoca nel piccolo un generale senso di insicurezza.


Leggi anche: Litigare davanti al bambino fa male al suo sviluppo


Come non litigare davanti ai figli

Ovviamente ciò non vuol dire che non si debba più discutere, anzi: molte volte è anche giusto farlo, ma l’importante è cercare di evitare contesti in cui i figli siano presenti, e sarebbe bene autogestire la rabbia nei momenti di tensione. “Litigare davanti ai figli, anche quando sono molto piccoli, andrebbe evitato”, dice Anna Coppola De Vanna, psicologa e psicoterapeuta che da anni si occupa di mediazione familiare e gestione dei conflitti.

Per cui, cari genitori, che i vostri litigi siano saltuari, costanti, più o meno gravi, non importa; è fondamentale non urlare davanti ai bambini: bisogna discutere lontano dalle orecchie, ma soprattutto dagli occhi, dei vostri figli.