foto_lettura

Leggere libri ai bambini ad alta voce favorisce l’apprendimento

Che la lettura faccia bene non è certo una novità: sono tanti i benefici di un buon libro, fin dalla tenera età. Anche leggere libri ad alta voce ai bambini fa benissimo ai piccoli: è quanto emerge da uno studio dell’American Academy of Pediatrics. Il gruppo di studiosi ha rivolto una raccomandazione a tutti i genitori: leggere favole e libri ad alta voce ai loro piccoli. I benefici sono tantissimi.

Lo studio ha osservato l’attività cerebrale dei bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni attraverso una risonanza magnetica. I medici hanno osservato che quando i bambini ascoltano una favola letta ad alta voce dai loro genitori, il loro cervello reagisce in maniera particolare.

Nello specifico c’è una zona del cervello che si è “illuminata” ascoltando una lettura ad alta voce. Questa zona si trova nell’emisfero sinistro ed è la zona associata al suono e alla stimolazione visiva.

I benefici della lettura ad alta voce sono tantissimi

Questo vuol dire che anche prima che i bimbi imparino a leggere, fa benissimo ascoltare delle letture. In questo modo i piccoli acquisiscono familiarità con le parole, con il loro suono e significato. I piccoli imparano a capire cosa una proposizione voglia dire e imparano il diverso tono che si dà alle frasi che si riferiscono a diverse situazioni.

Ascoltare favole lette ad alta voce fa sì che i bimbi imparino nuove parole. I piccoli hanno così una maturazione intellettuale più veloce che li porterà ad apprendere molto più facilmente.

Molto importante è anche il rapporto che si crea tra il bambino e il lettore. Il bimbo stabilisce un importante legame con chi gli legge le storie. Si creerà così una piacevole routine che fa benissimo al piccolo, sia a livello intellettivo che emotivo.


Leggi anche: Libri per neonati, quali sono i più adatti


Ascoltare letture ad alta voce stimola anche la capacità di socializzazione del bimbo. I piccoli inoltre imparano ad ascoltare, cosa che oggi sempre meno bambini sanno fare.