foto_neonato con biberon

Latte di asina per neonati: proprietà e benefici

Latte di asina per neonati

Il latte materno è l’alimento migliore per il neonato. Esso contiene tutti i principi nutritivi fondamentali nelle giuste proporzioni. Ma quando non è possibile allattare al seno il proprio bimbo, il latte d’asina per neonati sembra essere una valida alternativa.

Questo latte ha infatti caratteristiche chimico-fisiche, che lo rendono simile al latte materno umano. Per questo motivo può essere definito un latte artificiale biologico. Il latte d’asino è, inoltre, particolarmente utile nei casi di allergie e intolleranze. È un latte idrolisato naturale, con un potere allergizzante ridotto. Il suo contenuto in caseine significativamente più basso rispetto al latte vaccino permette, infatti, una migliore digestione e assimilazione e riduce il suo potenziale allergenico.

Ancora, il latte asina neonati non è solo un alimento, ma può essere definito un integratore. Il rapporto equilibrato tra i diversi grassi essenziali, con prevalenza di quelli con azione antiinfiammatoria e protettiva vascolare, lo rendono un’ottima fonte energetica. Per tutti questi motivi, invece di documentarci sul miglior latte artificiale per neonati, dovremmo chiedere al pediatra se possiamo utilizzare questo latte anche per nostro figlio.

Latte di asina

Il latte di asino è un prodotto antichissimo. Numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato le diverse qualità e caratteristiche di questo alimento funzionale. Il latte d’asina è un alimento molto simile al latte materno, sia per composizione, che per sapore. È ideale anche per i bambini allergici al latte di mucca.

latte di asina per neonati

Latte di asina proprietà: ha un buon contenuto di acidi grassi polinsaturi ed è ricco di lisozima, una proteina con elevate proprietà antibatteriche. Il lisozimae rende questo latte anche meno deperibile del latte di mucca. Anche altri enzimi come la lattoferrina e la lattoaderina sono in grado di potenziare le difese immunitarie e riducono i rischi di infezioni intestinali. Il rapporto calcio-fosforo e il contenuto proteico totale del latte di asina sono simili a quello umano. Questo latte favorisce una buona assimilazione del calcio. Per questo può essere considerato un alimento che promuove la crescita nei bambini.

Esso, inoltre, favorisce il lavoro muscolare e aiuta a prevenire l’osteoporosi post-menopausale e senile.

Latte di asina prezzo: 1 litro di latte di asina ha un costo medio di circa 15 euro.

Quando non possiamo allattare al seno nostro figlio è più probabile che ci domandiamo se il latte fresco per bambini non sia un’alternativa più valida del latte artificiale.

Latte vaccino a quanti mesi: secondo la maggior parte dei pediatri questo latte non dovrebbe mai essere dato ai bambini prima dell’anno di età. Il latte vaccino contiene il triplo delle proteine del latte materno. Ciò può causare sovrappeso e obesità e provocare una carenza di ferro.

Inoltre, il latte vaccino ha un contenuto di lattosio e vitamine molto inferiore al latte materno e ha un eccesso di minerali che può comportare un sovraccarico renale.

Latte di capra per neonati

Il latte di capra veniva, fino a qualche tempo fa, consigliato perché si credeva avesse un potere allergizzante ridotto, rispetto al latte vaccino. In realtà, alcuni studi recenti, hanno smentito questa informazione. Il latte di capra è inoltre carente di folati. Pertanto, è bene non somministrarlo ai bambini sotto l’anno di età.
In alcuni casi i neonati, specie quelli non allattati al seno, hanno bisogno di latti speciali.

Latte senza lattosio per neonati: dopo episodi di gastroenteriti nei bambini nutriti con il latte artificiale possono manifestarsi periodi di intolleranza al lattosio. È consigliabile dare al bimbo latti speciali con bassi quantitativi di questo carboidrato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *