selfie mamma e figlio

Insegnare a fare selfie ai bambini fa male: lo dice la scienza

Con l’avvento delle nuove tecnologie è cambiato il mondo intero. Anche i bambini, fin da molto piccoli, si approcciano con telefonini, ipad e vari dispositivi. Spesso i genitori danno ai bimbi questi oggetti per farli stare buoni vedendo un contenuto multimediale o per insegnare loro qualcosa di nuovo. Una delle cose che i genitori più fanno con i bambini è insegnare loro a scattare selfie. I bambini sono infatti attratti dalle fotografie quanto dai cellulari. Per questo motivo molto spesso gli adulti fanno vedere loro come si scatta una foto. Questa foto nella maggior parte dei casi finirà nei vari social network. Questo secondo gli psicologi non va affatto bene. Perché?

Alla base vi sono motivi di privacy e psicologici

Innanzitutto pubblicare foto in rete dei bambini è sconsigliato per una questione di privacy. Non è infatti raro che le foto vengano rubate e entrino a far parte di un giro di pedopornografia che purtroppo negli ultimi anni sta dilagando in internet. Non è però la privacy l’unico problema dell’insegnare ai bambini a fare foto.

Secondo gli esperti le foto scattate dai bambini o con i bambini li inducono a vedere il mondo come “velato” da tutti i dispositivi digitali. I piccoli non svilupperanno più una percezione diretta con le cose del mondo, ma tutto per loro passerà attraverso una lente.

Bisogna poi considerare che in generare l’utilizzo di dispositivi tecnologici in età infantile è da evitare. Per i bambini è importantissimo lo sviluppo psicomotorio che si può sviluppare solamente attraverso l’esperienza diretta con le cose.

Bisognerebbe quindi spronare il bambino a fare attività fisica, a conoscere sempre nuovi posti e a provare nuove sensazioni. I bambini ovviamente seguono l’esempio dei genitori. Se il figlio vede la mamma o il papà sempre con il cellulare sarà portato a pensare che sia normale così.


Leggi anche: Foto bambini sui social, attenzione al pericolo imbarazzo


I genitori devono quindi limitare l’utilizzo di dispositivi elettronici quando sono con i loro figli. Anche le foto o i selfie, pur essendo belli perché immortalano un momento, andrebbero limitati.