gelato a colazione

Il gelato a colazione rende più intelligenti

Con cosa fai colazione al mattino? Fai attenzione alle calorie di ogni cibo anche quando si tratta del primo spuntino della giornata? Dal Giappone arriva una bella notizia per tutte noi: alcuni cibi buoni e golosi possono migliorare le capacità del cervello!

Secondo uno studio condotto da Yoshihiko Koga, professore presso la Kyorin University di Tokyo, mangiare gelato quando ci si sveglia al mattino rende i nostri tempi di reazione più rapidi e migliora la nostra capacità di elaborare le informazioni. La ricerca sperimentale ha previsto che alcuni dei soggetti, offertisi di partecipare all’esperimento, assumessero tre cucchiai di gelato, a stomaco vuoto di mattina, e risolvessero, subito dopo, alcuni esercizi di logica al computer. Il risultato è stato che queste persone hanno avuto tempi di reazioni più veloci, oltre che una migliore capacità di processare informazioni, rispetto agli altri partecipanti all’esperimento che a colazione non aveva mangiato gelato.

A seguito della misurazione delle onde cerebrali, il professor Koga ha scoprendo che i soggetti che avevano mangiato gelato manifestavano un aumento di onde alfa, che sono le responsabili dei livelli di concentrazione, rilassamento e coordinazione mentale.

Per escludere che la possibilità che ciò che ha inciso su questi risultati fosse la composizione dell’alimento specifico, piuttosto che la sua temperatura, Koga ha provato lo stesso esperimento ma chiedendo ai partecipanti di bere solo acqua fredda, prima di risolvere gli esercizi di logica.

gelato e mente

È emerso che le persone che avevano bevuto l’acqua fredda hanno mostrato qualche livello di incremento nelle loro prestazioni mentale, rispetto a chi non l’avesse bevuta, ma l’effetto positivo dell’acqua fredda non è stato così pronunciato come quello del gelato.

Vista la notorietà del professor Koga, esperto di psicofisiologia, una branca della psicologia che studia l’interazione tra il corpo e la mente e presidente della Società Giapponese per la Scienza Probiotica, la notizia è stata considerata piuttosto seriamente, tanto da essere stata pubblicata sull’Independent, un quotidiano britannico con milioni di lettori.

Direi quindi che potremmo provare a sacrificarci anche noi facendo questo tipo di esperimento una di queste mattine, e poi, seppure le nostre capacità mentali non dovessero trarne giovamento, potremmo sostenere che la nostra golosità abbia avuto un fine scientifico. E comunque, in ogni caso, smaltire qualche caloria in più al mattino è sicuramente più facile che nel resto della giornata!