foto_mano_nella_mano

I diritti dei nonni nel vedere i nipoti

A volte a causa di litigi e contrasti tra gli adulti, i bambini vengono allontanati dai legami più cari, perdendo la possibilità di continuare a frequentare con regolarità, cuginetti, zii e nonni. Questa situazione è destabilizzante per tutti soprattutto per i bambini. Il legislatore, recentemente, è intervenuto per tutelare la relazione tra nipoti e nonni. Ma i nonni hanno diritto di vedere i nipoti, come stabilito dalla legge italiana.

Diritto dei nonni a vedere i nipoti Cassazione 2013

Il Decreto legislativo 154 del 2013, entrato in vigore il 7 Febbraio 2014 afferma che “gli ascendenti hanno diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti. L’ascendente al quale è impedito l’esercizio di tale diritto può ricorrere al giudice, presso il Tribunale del luogo di residenza del nipote, affinché siano adottati provvedimenti più idonei nell’esclusivo interesse del minore”. L’aspetto significativo del decreto è che il diritto che viene tutelato non è quello dei nonni di stare con i nipoti, ma quello dei minori affinché possano mantenere una relazione costante con i nonni. Per quanto riguarda il tempo da trascorrere insieme, sarà il Tribunale, di volta in volta a stabilirlo.


Leggi anche: Nonni solo part time, più vantaggi per gli anziani


Diritto legale dei nonni a vedere i nipoti

Sicuramente questa disposizione sottolinea il valore del legame tra nonni e nipoti, già tutelata dalla Corte Europea dei diritti dell’uomo e da quella di Strasburgo, evidenziando che anche di fronte alla fine di un matrimonio le relazioni dei bambini non possono essere interrotte, eventualmente disciplinate. Sappiamo bene quanto il legame nonni-nipote abbia una valenza con tante sfaccettature. I nonni trasmettono il senso di appartenenza ad un gruppo, grazie ai racconti ed alla narrazione della storia familiare.

Nonni nipoti diritto di visita

I nonni sono i primi compagni di giochi per i bambini, ancor prima di frequentare l’asilo. L’adulto che passa dal ruolo di genitore a quello di nonno, si libera per così dire dalla responsabilità educativa, tipica del genitore, per dedicarsi all’attività ludica con l’adorato nipotino. Le prime corse, la scoperta dei giochi al parco e delle golose merende sono spesso ricordi legati ai nonni. Quando tutto questo è interrotto per motivi spesso oscuri ai bambini, il senso di vuoto è incolmabile e, spesso, anche le domande rivolte agli adulti per comprenderne le motivazioni non trovano una risposta sufficiente a colmare la mancanza di una relazione così importante. Lo stesso dicasi per il dolore provato dai nonni verso la mancanza dei nipoti ed il senso di fallimento per il rapporto con i propri figli. Forse, prima di ricorrere al tribunale, possiamo chiederci, indipendentemente dai nostri livori personali, quale sia il bene dei nostri bimbi, senza intrometterli o usarli come strumenti di scambio in dolorose guerre familiari.