I 10 errori più comuni che si possono commettere con un bambino

Ogni mamma fa del suo meglio per rispondere a tutti i bisogni e cure del suo bambino. L’esperienza e l’empatia possono senza dubbio migliorare e guidare nel verso giusto il suo rapporto con il piccolo neonato. A volte è possibile però incappare in alcuni sbagli che si possono accidentalmente commettere. Di seguito ne abbiamo presi in considerazione 10 tra più comuni andiamo a scoprire quali sono.

A volte, gli errori che si commettono con i bimbi, non sono sempre il sintomo di una mamma snaturata piuttosto, possono semplicemente essere considerati come frutto dell’inesperienza.

Alcuni sbagli infatti ci permettono di non essere ripetuti grazie al vissuto di cui abbiamo fatto esperienza la volta precedente.

Andiamo nel dettaglio ad esaminare quali sono i 10 errori più comuni che si possono commettere con un bambino:

  1. che il piccolo possa prendere un brutto raffreddore al momento del bagnetto è molto probabile se lo si sposterà privo di indumenti da una stanza all’altra sottoponendolo agli sbalzi di temperatura che inevitabilmente si riveleranno dannosi e lo esporranno al rischio raffreddore. In tali casi è fondamentale organizzarsi con anticipo in una sola stanza, con la giusta temperatura e tutto l’occorrente a portata di mano;
  2. le uscite fuori casa senza il cappellino o senza aver messo al piccolo uno strato di crema solare sono rischiose. Nelle stagioni calde come la primavera e l’estate, il mancato uso del cappello o della protezione solare, possono provocare delle scottature alla delicata cute del piccolo. Dunque tutte le volte che si esce di casa si consiglia anche di non sostare troppo col passeggino nelle zone assolate soprattutto durante le ore calde della giornata;
  3. non fargli fare il ruttino dopo il pasto è un’abitudine impropria. Il ruttino dovrebbe essere sempre una sana consuetudine al termine di ogni poppata in modo che il piccolo possa espellere l’aria formatasi nello stomaco (vedi anche: le 4 posizioni che facilitano il ruttino). Se il piccolo si addormenta dopo ogni poppata, è bene tenerlo in una posizione non completamente sdraiata e non sballottarlo troppo per evitare anche il rigurgito;
  4. farlo girovagare nel girello da solo è assolutamente considerato un errore. I piccoli non vanno mai lasciati soli, specie se nel girello quando iniziano a sentirsi maggiormente liberi nei movimenti. Il pericolo è sempre in agguato perchè a bordo del girello, il bambino potrebbe mettersi nei guai in assenza della supervisione da parte di un adulto;
  5. avere fretta di togliergli il pannolino. Optare per lo spannolinamento nei riguardi del bambino che non si sente ancora pronto a questa nuova esperienza e dunque di passare al water o al vasino, potrebbe essere un errore che può portare a far sentire il piccolo come non all’altezza delle sue capacità, con la terribile conseguenza di mortificarlo o a sentirsi diverso rispetto a qualche altro bimbo che sia già passato alla mutandina;
  6. esporre il neonato al fumo di sigaretta è un comportamento del tutto deplorevole considerata l’ormai ampia informazione riguardo gli effetti nocivi derivanti dal fumo passivo. Ogni mamma responsabile deve poter difendere e salvaguardare il suo bimbo dall’eventualità che il piccolo possa respirare un’aria non salubre causata dalla vicinanza di persone nelle vicinanze che fumano o che tocchino il piccolo appena dopo aver spento una cicca;
  7. attenersi con troppa rigidità all’orario per il pasto è uno sbaglio in cui molte mamme incorrono pensando erroneamente che sia giusto che il “bambino si abitui” agli orari destinati al mangiare. Nulla di più sbagliato in quanto osservare troppo l’orologio tra una poppata e l’altra può mettere in pericolo l’allattamento;
  8. lasciarlo piangere credendo che prima o poi smetterà è assolutamente scorretto nei confronti di una creatura che attraverso il pianto cerca di comunicare il suo disagio o il suo malessere oppure semplicemente la sua richiesta d’amore e di protezione . Una volta averle provate tutte, tentate di placare il pianto del neonato con l’abbraccio “calma neonato” ideato dal dott. Hamilton che sembra essere davvero miracoloso;
  9. profumare il bambino con prodotti non naturali. Il bambino ha un suo profumo naturale buonissimo che manda in estasi ogni mamma dunque sarebbe sciocco alterarlo utilizzando cosmetici profumati. L’errore dell’utilizzo di profumazioni potrebbe nuocere la pelle piccolo, oltre che produrre fastidio al suo odorato;
  10. esporre troppo il piccolo ai baci può essere considerato rischioso soprattutto in tema di allergie. A volte non sono solo i genitori a strapazzare il bimbo con coccole e bacetti, ma anche parenti e amici non si regolano con le effusioni nei riguardi del vostro bambino. Tutto questo affetto è un bene ma a volte i baci che il piccolo riceve possono inavvertitamente esporlo al rischio di allergie.
bambini e fumo causa bronchite bacio tra mamma_papà e bimba Bagnetto pianto dopo allattamento
<
>