discoteca senza alcol

Discoteca senza alcolici fa il tutto esaurito: “I giovani possono divertirsi in modo sicuro”

Si chiama Coconuts ed è una discoteca di Rimini, nonché una delle più famose della riviera romagnola.

Stavolta ha registrato il “tutto esaurito” in un modo diverso: grazie all’idea vincente di non vendere alcun tipo di alcolici.

 La festa “analcolica”

La festa organizzata dal Coconuts ha visto la partecipazione di 1300 ragazzi, ai quali è stata imposta una regola innovativa: l’assenza totale di alcolici!

Il personale del locale ha spiegato che l’alcol è stato completamente bandito dal locale, non era neanche presente al banco.

L’unico modo per bere alcol era entrare nella zona privè, alla quale accedevano soltanto i maggiorenni, riconoscibili da un braccialetto di colore diverso dato all’entrata, dietro esibizione del documento d’identità.

discoteca senza alcol

Leggi anche: Giovani e abuso di alcol: i dati sempre più allarmanti

Le regole della serata

La serata ha previsto alcune regole, oltre l’assenza di alcol, quali:

  • dai 16 anni in su: obbligo di entrare alla festa soltanto con una liberatoria firmata dai genitori;
  • divieto di partecipazione alla festa per i minori di 16 anni, ad eccezione di chi aveva quasi 16 anni (ma non meno di 15) a patto che nel pomeriggio, prima della festa, presentasse la liberatoria firmata dai genitori;
  • uscita con timbro concessa soltanto dopo le 2.30: chi usciva prima di quell’orario, doveva pagare un ulteriore biglietto (che costava dai 15€ ai 20€), per evitare che i ragazzi andassero a bere al di fuori;
  • nel privè il costo degli alcolici era di 10€ l’uno che, sommato ai 15-20 dell’ingresso, non permetteva neanche agli adulti di ubriacarsi.

La serata ha avuto un enorme successo e non ci sono stati problemi. La sicurezza è intervenuta soltanto per 5 ragazzi che, su 1300, rappresentano davvero una minima parte!

La serata è stata un esperimento del Coconuts, che ha dimostrato quanto sia possibile, per i giovani, divertirsi senza bere!

Il titolare del locale Lucio Paesani ha dichiarato:

Una serata da incorniciare. Le regole d’ingaggi erano chiare, e i ragazzi si sono comportati molto bene. Dobbiamo iniziare a organizzare serate per i minorenni che abbiano determinate caratteristiche e consentano loro di divertirsi in tutta sicurezza.

discoteca senza alcol

Leggi anche: Ruba i soldi destinati alle cure del figlio e li spende in alcol e droga