foto_gravidanza_omega3

Gli omega 3 in gravidanza tutelano il bambino

Alimentazione in gravidanza

L’alimentazione della mamma è fondamentale per garantire la buona salute del nascituro; erroneamente si pensa che si debba mangiare per due, quando in realtà basterebbe mangiare due volte meglio. Vi sono cibi da evitare in gravidanza, perché a rischio di contaminazione; per tutto il resto va sempre bene mantenere una dieta sana ed equilibrata. Da ciò che si mangia si possono determinare patologie metaboliche che prima colpiscono la donna, e poi incidono sul corretto sviluppo fetale.

Omega 3 e gravidanza

Ormai da molti anni l’introduzione di cibi ricchi di omega 3 (EPA e DHA) nell’alimentazione ha manifestato i suoi benefici; la ricerca scientifica, inoltre, si è espressa sui probabili fattori predisponenti la salute del bambino. È stato dimostrato infatti che l’assunzione di questi acidi grassi polinsaturi attraverso la mamma, porta innumerevoli risultati anche per il nascituro; questi si esprimono attraverso una riduzione delle patologie dell’apparato respiratorio. Tra queste troviamo sicuramente l’asma.

Omega 3 e gravidanza

La ricerca sugli omega 3 in gravidanza

Uno studio danese si è interrogato sulla relazione tra dieta con omega 3 e patologie nella progenie; lo spunto è arrivato da recenti statistiche secondo cui è aumentato il numero di persone affette da asma. Quest’ultima trova terreno fertile nella prima infanzia, dove 1 bambino su 5 ne viene colpito. Il campione di donne analizzato è di 736 gravide: a un gruppo è stata fatta assumere un’alta dose di grassi omega 3, mentre al resto delle future mamme coinvolte un placebo. Ovviamente le osservazioni successive sono state condotte sui figli attraverso il pediatra di famiglia; i controlli sono stati fatti a 1 settimana dopo la nascita, 1°,3°,6°,12°,18°,24°,30°,36° mese dalla nascita e poi annualmente.

I risultati sono confortanti e registrano una diminuzione di asma, eczema, malattie infettive e vari disordini respiratori del 30%; infine, la supplementazione con omega 3 ha maggiore effetto nelle donne che hanno valori EPA e DHA abbastanza ridotto nel sangue. Questi tipi di acidi grassi sono prevalentemente assumibili con la dieta e ben metabolizzati dal nostro corpo.

Tra gli alimenti particolarmente ricchi di omega 3 troviamo il pesce azzurro: merluzzo, salmone, sgombro e sardine; ovviamente in gravidanza vanno attenzionate la provenienza del pesce, che deve essere fresco e la cottura adeguata. Inoltre esistono svariati integratori alimentari ad hoc per la gravidanza, che possono essere assunti senza alcun rischio.

Ostetrica, appassionata di ricerca clinica e scientifica. Sognatrice convinta, viaggio più del tempo che ho a disposizione e leggo libri nei rari momenti liberi che mi ritaglio. Scrivo e parlo tanto (troppo!) perché credo nell'enorme potere che ha l'informazione, e soprattutto nella forza che ogni donna ha nel mettere al mondo il proprio bambino. Email: c.lumia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *