foto_gemellini

Gemellini nascono durante la pandemia: li chiamano “Corona” e “Covid”

India, la bizzarra scelta di due genitori

Sta facendo discutere e sorridere la scelta di due genitori, piuttosto bizzarra. Una coppia di indiani ha infatti deciso di chiamare i loro gemellini, nati nel pieno della pandemia mondiale, Corona e Covid. Si tratta di un bimbo e di una bimba, nati durante il lockdown all’ospedale Ambedkar Memorial Hospital, a Chhattisgarh.

Il perché di questa scelta

Ovviamente, la scelta dei genitori non è affatto casuale: l’intento della coppia è infatti quello di ricordare che, in un mondo sconvolto dall’emergenza coronavirus e dai tanti decessi, c’è sempre la vita. Tuttavia la coppia ha precisato che, in un futuro, non esclude la possibilità di cambiare idea e di conseguenza anche i nomi dei piccoli gemellini.

foto_coronavirus_neonato

Leggi anche: Partorire ai tempi del Coronavirus: la lettera di un’ostetrica alle partorienti. “Non abbiate paura, lasciatevi andare”

La mamma dei gemellini, Preeti Verma di 27 anni, ha spiegato con queste parole il motivo che l’ha spinta a chiamare i figli Corona e Covid:

Sono stata benedetta dalla nascita di due gemelli – un bimbo e una bimba – nelle prime ore del 27 marzo. Li abbiamo chiamati Covid (il bimbo) e Corona (la bimba) per ora. La nascita è avvenuta dopo aver affrontato diverse difficoltà e quindi io e mio marito volevamo rendere memorabile questo giorno

.

foto_preti_veerma

Coronavirus, la situazione in India

Anche in India, la situazione legata all’emergenza COVID-19 è drammatica. Il paese è in pieno lockdown, quindi in blocco totale, da ormai tre settimane. La chiusura di attività, scuole e trasporti al momento è prevista fino al 14 aprile, ma non si esclude una proroga.

Leggi anche: Mamme, non esiste solo il coronavirus. Non dimenticate le altre patologie, chiedete aiuto

foto_coronavirus

Il numero complessivo di casi di positività al virus è al momento minore rispetto a quello registrato negli Stati Uniti, in Italia e in Cina, ma gli esperti sostengono che nelle prossime settimane l’ondata di contagi potrebbe aumentare esponenzialmente, portando al collasso il già debolissimo sistema sanitario pubblico.