foto_formaggi_svezzamento

Formaggi in gravidanza: 4 regole fondamentali da seguire

È risaputo che i prodotti caseari possono contenere Listeria monocytogenes, a causa di una contaminazione della materia prima quando si preparano con latte crudo, ricontaminazione o non corretta pastorizzazione. In linea generale, i formaggi a pasta semidura e dura non rappresentano delle zone favorevole per questi microrganismi, proprio perché hanno tempi di preparazione molto lunghi.

Proprio per limitare (quasi fino ad azzerare) il rischio di listeriosi, è possibile seguire cinque regole fondamentali.

  1. La prima regola è quella di evitare il consumo di latte crudo e di formaggi a latte crudo, a meno che non siano a pasta semidura o dura. Proprio questi ultimi rappresentano i prodotti caseari più sicuri per la donna in gravidanza.
  2. Uno dei primi passi? Leggere attentamente l’etichetta dei prodotti, considerando sempre che il trattamento termico applicato sul latte è facoltativo e quindi può anche non essere descritto nella confezione.
  3. Gli eborinati come il gorgonzola possono portare il rischio di listeriosi molto alto e non da sottovalutare ed è per questo che è opportuno evitare i formaggi molli e quelli erborinati.
  4. Nel caso in cui esiste anche un minimo dubbio sulla sicurezza dell’alimento, non consumare assolutamente lo stesso.
Gravidanza_Alimentazione pastina con formaggino alimenti calcio alimenti calcio
<
>

23 anni di Catanzaro - ORGOGLISAMENTE Ostetrica. E' l' avventura più bella che potessi immaginare di vivere: testimone della vita che nasce. "Ho visto in sala parto la potenza delle cose" il mio motto. Animatrice per bambini, conduttrice di corsi di preparazione al parto, Ost.ca volontaria in Ospedale. Possiedo un master presso l' Università di Firenze, con diverse competenze ecografiche e cliniche. Email: c.polizzese@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *