https://www.passionemamma.it/brutti-voti-a-scuola-due-bimbi-riempiti-di-botte-dai-genitori/

Esami di terza media, alunna non riesce a connettersi: il bel gesto del prof

Esame di terza media, ragazzina non riesce a connettersi: il prof va a casa sua

Ha rischiato di non poter sostenere l’esame di terza media a causa della scarsa connessione in casa. Di certo, non si sarebbe aspettata un gesto così da parte del suo professore. Parliamo di una ragazzina di 14 anni originaria dell’Ecuador che frequenta l’ultimo anno delle medie all’istituto Poggiali-Spizzichino della Garbatella.

La storia

Ieri, lunedì 15 giugno, l’alunna avrebbe dovuto discutere insieme al resto della classe la tesina valida come prova d’esame di terza media in modalità online, a causa della chiusura delle scuole a causa del COVID-19. Eppure, qualcosa per la giovane è andato storto: rimasta in casa da sola senza genitori – entrambi assenti per lavoro – l’adolescente non è riuscita a connettersi con i compagni e soprattutto con la commissione d’esame.

foto_esame_online

Leggi anche: Brutti voti a scuola: due bimbi riempiti di botte dai genitori

Nel panico totale, e nella difficoltà di capire come comportarsi, alla fine è stato il professore di Educazione Fisica a prendere in mano la situazione. Come riportato da ilmessaggero.it, l’insegnante ha preso la sua automobile e, accompagnato da una collega, dalla Garbatella è arrivato al quartiere di San Giorgio ad Acilia dove vive la giovanissima.

Esame discusso in un bar

Non potendo salire nella sua abitazione, il professore ha fatto scendere la ragazzina alla quale ha prestato il cellulare. Poi, si sono recati in un bar dove, a tavolino e a debita distanza, la ragazza ha potuto discutere il suo elaborato.

La commissione aveva anche suggerito di provare a usare un’altra piattaforma ma qualche docente si era opposto per motivi puramente burocratici. Non si poteva far altro che andare dall’alunna e permetterle di svolgere l’esame

ha spiegato il professore, che ha compreso a pieno il (giustificato) panico nel quale era caduta l’alunna nella convinzione di non poter sostenere l’esame finale.

foto_esame_online_maturità

Una storia a lieto fine che testimonia le difficoltà del sistema scolastico online

Una storia, questa, fortunatamente conclusasi a lieto fine ma che testimonia l’enorme difficoltà che ha vissuto l’intero sistema scolastico negli ultimi mesi, alle prese con piattaforme online e interrogazioni a distanza. Il rientro in aula è previsto per settembre, quando dovranno essere garantite le norme di sicurezza e di distanziamento sociale volte a contrastare il contagio da coronavirus.