foto_piscina_foligno

Dramma a Foligno: trovata morta in piscina, aveva solo tre anni

Foligno, trovata morta una bimba di tre anni in piscina

L’ipotesi al vaglio degli inquirenti è quella di un tragico incidente. Potrebbe essere infatti caduta la bambina di soli tre anni che, a Foligno, è stata ritrovata morta in una piscina. La piccola si era allontanata da casa insieme ai tre cani di famiglia, senza che i genitori si accorgessero di nulla. Poi, l’allarme ed il dramma.

I fatti

I fatti al 13 maggio. È da poco passata l’ora di pranzo quando una mamma di Foligno allerta i carabinieri, disperata: sua figlia di tre anni non si trovava più. Dopo le ricerche, coordinate insieme alla polizia, ai vigili del fuoco e ad alcuni volontari, la scoperta drammatica. Il corpo della piccola era stato avvistato dai carabinieri in elicottero, ad un paio di chilometri dalla sua abitazioni. Il cadavere della bimba giaceva nell’acqua sporca della piscina di un ex agriturismo abbandonato.

Leggi anche: Bimbo muore annegato in piscina durante festa di nozze: gli adulti soccorrevano una bimba

foto_foligno_bambina
Il luogo della tragedia (Foto Pezzotti)

La zona dove viveva la piccola e nella quale è stata ritrovata, è sita nei pressi della frazione di Capodacqua di Foligno, resta molto isolata ed è immersa nei boschi. Nessuno, neanche per strada, si sarebbe accorto del suo passaggio. Immediato l’intervento dei soccorsi, che hanno tentato invano di rianimare la bambina, purtroppo ritrovata già morta.

foto_incidente_foligno
Il luogo della tragedia (Foto Pezzotti)

Leggi anche: Muore schiacciata da una piscina gonfiabile: il dramma di una bimba di 8 anni VIDEO

La vittima è stata ritrovata senza vita intorno alle 16.45: giaceva a pancia in giù, indossando i vestiti con i quali si era allontanata da casa. Resta da capire come sia stato possibile che una bambina così piccola abbia potuto raggiungere da sola l’ex agriturismo, e soprattutto come sia potuta entrarci.

Ora gli inquirenti stanno interrogando i genitori, ascoltando possibili testimoni e monitorando le immagini delle videocamere di sorveglianza poste lungo la strada per cercare di ricostruire la dinamica della tragedia. L’ipotesi più accreditata è quella di un fatale incidente, ma non si escludono altre piste.

Come riporta lanazione.it, non era la prima volta che la bambina si allontanava: tempo fa era arrivata, a piedi, fino alla stazione Capodacqua, a circa 500 metri da casa sua. Con lei, anche in quel caso c’erano i fedelissimi cani di famiglia: due Labrador e un meticcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *