Dismenorrea: quando il ciclo mestruale diventa un fastidio

La dismenorrea è un problema tipico delle donne e consiste esattamente in un forte dolore che si associa al ciclo mestruale. Naturalmente, forti dolori mestruali, specialmente se persistenti, non devono rappresentare un motivo di disagio per la donna.

Soprattutto nel caso delle adolescenti, la dismenorrea è un importante campanello d’ allarme per diverse malattie difficilmente diagnosticabili, prima fra tutte l’ endometriosi.

Questo forte dolore pelvico non può assolutamente essere sottovalutato e necessita di essere sottoposto ad approfondimento. Il dolore pelvico cronico è molto frequente nella popolazione: va dal 60 al 90 % di donne e ragazze coinvolte.

Come si presenta? Fortissimo dolore addominale che potrebbe estendersi alle gambe e alla schiena, nausea, mal di testa, vomito, assenza di appetito e vertigini. Si capisce bene che una situazione del genere potrebbe inevitabilmente interagire negativamente con la quotidianità.

Proprio recenti studi hanno dimostrato che tantissimi sono i casi in cui attività lavorative e/o formative talvolta sono impedite proprio dall’ insistenza del dolore mestruale.

Le cause della dismenorrea non sono del tutto chiare: probabilmente la riduzione degli ormoni steroidei può indurre l’ assenza o la caduta dell’ equilibrio dei tessuti e indurre, così, l’ attivazione di alcune cellule infiammatorie mastociti).

Questo deve indurre la donna ad effettuare controlli ginecologici proprio per evitare assolutamente di banalizzare il dolore, cercando sempre dei metodi che possano ridurre la percezione dello stesso. Controllare la dismenorrea significa ridurre il dolore, ma soprattutto incidere positivamente sul proprio futuro ginecologico.

dolore-gravidanza donna dolore letto donna dolore
<
>