foto_dormire

Dieci consigli per dormire bene in gravidanza

Uno dei problemi maggiori in gravidanza è proprio relativo al dormire perché spesso la donna vive lunghe notti con disturbi che possono essere causati da pesantezza delle gambe, piccole contrazioni gravidiche, o ancora da nausea e da tutti i diversi disturbi associati alla gestazione.

Ecco i dieci consigli per dormire bene.

  • La prima regola da seguire è quella di dormire preferibilmente sul fianco sinistro perché questo impedisce che ci sia una compressione della vena cava inferiore, con immediato senso di benessere dato al bambino ma anche a se stessa, proprio perché si evita anche scomodità date da altre posizioni;
  • È importantissimo evitare nel modo più assoluto la posizione supina dal momento che ciò rappresenterebbe per la donna un elemento di assoluto malessere, dato anche e soprattutto dalla pressione esercitata dall’utero superiormente verso il diaframma così da rendere difficile e faticoso respirare e compiere normali atti respiratori;
  • È assolutamente vietato mangiare in modo pesante la sera sia per la cena che per eventuali spuntini dopo il pasto serale, anzi è proprio vero il proverbio che dice “colazione da re pranzo da principe e cena da poveri”;
  • Utilizzare abbigliamento che sia comodo e che non ingombri nel corso della notte, onde evitare inutili fastidi che assolutamente impedirebbero un sereno riposo;
  • Prendere, prima di andare a letto, una bella tisana o una camomilla calda che faranno in modo di rilassare la donna in modo del tutto innocuo e non pericoloso per la futura mamma e per il bambino;
  • Prima di andare a dormire lasciarsi accompagnare da una musica gentile e rilassante (o qualsiasi melodia che sia di suo gradimento) e che lasci alla donna la possibilità di vivere con tranquillità e serenità il momento prima andare a letto. Un utile consiglio è quello di dedicarsi prima della “nanna” alle proprie passioni: leggere, ricamare, dipingere ecc. La produzione di endorfine faciliterà il riposo;
  • Se la vostra paura più grande e quella di non riuscire a sentire i movimenti attivi del bambino allora la soluzione basterebbe cercare di fare attenzione alla percezione dei movimenti del piccolo bimbo prima di andare a dormire proprio per assicurarsi che tutto stia andando per il verso giusto. Ogni tanto la donna potrebbe concedersi qualche momento di veglia per stimolare il piccolo (basta anche cercare di stimolare il piedino del piccolo, toccandolo dall’esterno) per assicurarsi che stia bene e per tornare a riposare tranquillamente;
  • Si sa che in gravidanza sono frequenti non solo gli sbalzi d’umore ma anche gli sbalzi di temperatura per questo motivo conoscendo questa situazione o condizione sarebbe opportuno indossare un pigiama leggero o mettere più coperte a strati in modo da potersi coprire o scoprire sulla base delle proprie esigenze notturne;
  • Molto frequente nella donna in gravidanza è il problema del tunnel carpale o la percezione di alcuni formicolii alle gambe o piedi. Per questo motivo non sarebbe da escludere lo svolgimento di alcuni esercizi di stretching pensati proprio per questi distretti corporei insieme ad esercizi di rilassamento come le visualizzazioni;
  • Tenere sempre a portata di mano (“o di collo”) di un cuscino proprio per regolare l’altezza degli stessi sulla base della propria comodità mai dimenticando che il proprio benessere sarà il benessere del bambino.
  • sonno in  gravidanza sonno in gravidanza Sonno in gravidanza
    <
    >